Home / Primo piano / Riace, Mimmo Lucano: “Contro di me un processo politico”

Riace, Mimmo Lucano: “Contro di me un processo politico”

La revoca degli arresti domiciliari, sostituiti dal divieto di dimora a Riace, lasciano amareggiato il primo cittadino della città calabrese, Mimmo Lucano. “Un po’ sono contento perché è come sentire di nuovo la libertà, ma non posso non essere amareggiato.

 

Cosa sono un criminale? Ora mi pare evidente che si tratta di un processo politico. Ho paura che adesso ci sia l’obbligo di stritolarmi”, ha detto infatti dopo la decisione del Riesame. “Sono certo che prima o poi sarà riconosciuta la mia buona fede” – Poco dopo le sei di mattina, Lucano ha quindi lasciato Riace. “Mi allontanano dal mio paese, dal luogo in cui ho speso tutta la mia vita negli ultimi venti anni – ha spiegato al quotidiano “La Repubblica” -. Ma ormai andiamo avanti. Non ho nulla di cui pentirmi. Non so come, devo chiarirmi le idee, ma prima o poi sono certo che sarà riconosciuta la mia buona fede”. (Tgcom24)

Leggi qui!

Reggio Calabria – Tutto pronto per il Salone dell’Orientamento

E’ tutto pronto per la Tredicesima edizione del Salone dell’Orientamento,il20, 21 e 22 Novembre al …