Home / Primo piano / Odissea dializzati Reggio Calabria – Aned scrive al Ministro della Salute

Odissea dializzati Reggio Calabria – Aned scrive al Ministro della Salute

 Di seguito la lettera al Ministro della Salute da parte di Aned Calabria (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto) – Egregio Dott. Marcello Spirandelli,  Le scriviamo a proposito di una vicenda annosa, sicuramente di Sua conoscenza, che con l’odierna comunicazione vorremmo ulteriormente stigmatizzare, per esortare l’attenzione del Ministro, sollecitare un intervento e, eventualmente, un monitoraggio della situazione. 

 

Si tratta di porre fine alla Odissea (termine carico di significato non solo storico ma perfino geografico) di cinquanta dializzati costretti per tre giorni alla settimana, da un decennio, a recarsi per la dialisi da Reggio Calabria a Messina. 

ANED è sul pezzo quotidianamente e in contatto con tutti gli attori del sistema (Presidente Giunta Regionale, Autorità Sanitarie Locali, Sindaco di Reggio Calabria, Prefetto, Commissario Straordinario). 

Nelle ultime settimane si sta profilando una soluzione in via definitiva, con l’individuazione ad opera del Commissario Ing. Scura della struttura ex Enpass da ristrutturare per il nuovo centro dialisi, il reperimento delle risorse umane e dei capitali necessari. 

Naturalmente ne siamo felici, anche perché si tratta di una battaglia condotta da ANED con pazienza e determinazione e sentiamo che il successo appartiene parimenti a tutti coloro che con buona volontà hanno voluto questo esito positivo, nonché ai pazienti che non hanno smesso di testimoniare tramite ANED il disagio e la sofferenza cui sono stati costretti per tanti anni. 

In passato vi sono stati momenti nei quali il problema pareva avviato a soluzione e poi puntualmente tutto si è arrestato. Ai falsi allarmi di risoluzione sono seguiti disappunti e sofferenze da parte dei pazienti, fino a giungere ad episodi di esasperazione che sono rimbalzati alla cronaca, perpetuando l’immagine di una sanità a sud fallimentare e indifendibile. Noi sappiamo che le cose non stanno in questo modo, abbiamo interloquito con tutti e abbiamo condiviso alcuni percorsi del Commissario, perché rivolti a risollevare il sistema sanitario pubblico in Calabria e a risolvere i problemi dei pazienti. 

In questa occasione siamo fiduciosi ma guardinghi e chiediamo quindi attenzione e intervento diretto del Ministro, nel seguire le diverse fasi, per impedire possibili interferenze che abbiano come scopo quello di ritardare o di annullare il percorso intrapreso. 

Come Associazione dei pazienti siamo certi che il Ministro valuterà positivamente la nostra sollecitazione e la nostra richiesta di monitoraggio e, eventualmente, di intervento. 

In attesa di un riscontro, da presentare ai pazienti, nelle future iniziative programmate da ANED a Reggio Calabria, inviamo cordiali saluti.

Comitato ANED Calabria Direzione Nazionale ANED Onlus 

Il Segretario Regionale Il Presidente 

Dott. Antonio Montuoro Dott. Giuseppe Vanacore 

Leggi qui!

‘Ndrangheta – Duplice omicidio Chiodo -Tucci: in manette i responsabili

 E’ in corso, dalle prime ore di questa mattina, un’operazione antimafia della DIA di Catanzaro, …