Home / Primo piano / Lucano: ‘Colpiscono Riace, ma la rendono mitica: si sono fatti avanti per aiutarci’

Lucano: ‘Colpiscono Riace, ma la rendono mitica: si sono fatti avanti per aiutarci’

L’amarezza adesso sembra lasciare spazio a voglia di ripartire. Il modo ancora non gli è noto in maniera chiara, ma Mimmo Lucano ritiene che possano esserci i margini per far ripartire il modello Riace.

“Non vogliono uccidere me – dichiara a Repubblica – ma Riace, facendola scomparire in fondo alla montagna calabrese. Tutti capiscono che mai era stata così viva”.
Il Sindaco, che ha divieto di dimora nella cittadina in provincia di Reggio Calabria, sottolinea come il suo discusso modello di accoglienza per i migranti avesse reso il paese vivo come mai lo era stato.

“Ci sono fondazioni – annuncia – che si sono fatte avanti per offrire aiuti e soldi. Più la colpiscono, più Riace diventa mitica. Con i famosi 35 euro abbiamo creato laboratori artigiani, un asilo nido, presidi medici ed un ristorante”.

Poi ammette: “Ho fatto degli errori, ma non devo essere considerato metà cavaliere e metà bandito. Il Lucano che viene raccontato, in realtà, non esiste. Mi chiamo Mimì, non Mimmo”.

Leggi qui!

‘Ndrangheta – Duplice omicidio Chiodo -Tucci: in manette i responsabili

 E’ in corso, dalle prime ore di questa mattina, un’operazione antimafia della DIA di Catanzaro, …