Home / CALABRIA / Fi Comune Reggio Calabria: Toponomastica del centrosinistra ? Questione di famiglia

Fi Comune Reggio Calabria: Toponomastica del centrosinistra ? Questione di famiglia

Le vicende amministrative del Comune di Reggio Calabria governato dal csx non finiscono mai di stupire (negativamente) i cittadini e anche le scelte amministrative che più dovrebbero unire la comunità reggina , ossia quelle riferibili alla ricostruzione della memoria storica della Città e conferire riconoscimenti e intitolazioni di strade e piazze a personalità illustri che, con la loro opera, hanno omaggiato Reggio durante le sue molteplici e caratterizzanti fasi storico-sociali, vengono piegate agli interessi particolari di qualche amministratore che si adopera per far assegnare l’intitolazione di pubbliche vie a prossimi congiunti, recando con sé la logica conseguenza di manifestare urbi et orbi una sensibilità istituzionale ormai ampiamente sbiadita e un senso di opportunità delle scelte di fatto inesistente, buttando definitivamente al macero il concetto di autorevolezza delle Istituzioni stesse.

E’ quanto afferma il gruppo di Forza Italia in seno al Consiglio Comunale di Reggio Calabria.

Infatti, nel corso della riunione del 12 settembre u.s. in III^ Commissione Politiche sociali, competente a trattare le proposte di intitolazione individuate dalla Commissione Toponomastica, prima del vaglio definitivo da parte della Giunta Municipale, si è evidenziata l’intitolazione di un importante arteria viaria cittadina ricadente all’interno del Centro Storico a tale Giuseppe Castorina, indicato, dagli stessi commissari  del PD con forte imbarazzo, quale medico pediatra e soprattutto avo dell’attuale consigliere del PD Antonino Castorina”.

Poiché non è nostro costume criticare gli uomini che non possono difendersi, come nel caso specifico defunti, ciò –tuttavia- che ci lascia fortemente perplessi è che in questa  circostanza,  come in altre del recente passato,  vengono fuori  le reali intenzioni di questa compagine amministrativa che, nonostante continui  a declamare pomposamente la stella polare del rispetto delle regole e l’agire secondo la sensibilità del “buon padre di famiglia”, agisce violando le stesse senza pudore alcuno e indifferente al giudizio severo dei cittadini.

Pertanto, di fronte a questo stato di cose, il gruppo di Forza Italia ha già avanzato formale accesso agli atti al fine di prendere visione dell’attività della Commissione Toponomastica per accertare fino in fondo, dalla fase dell’iniziativa fino a quella dell’emanazione della decisione, quali siano stati i criteri rispetto a cui siano state assunte queste scelte e se – in generale- le proposte adottate abbiano sempre rispettato  il dettato normativo del regolamento sulla toponomastica, nonché la valorizzazione dell’opera di personalità,  nativi reggini o legati in altro modo ad essa,  abbiano  offerto prestigio e lustro alla stessa Città di Reggio.

Quest’ultimo caso  non può essere sottaciuto, perché non vi è dubbio che dallo stesso emerga un palese conflitto di interesse (che avrebbe dovuto comportare l’astensione dal decidere) vicino all’abuso di potere non più tollerabile dalla Comunità tutta.

Leggi qui!

Centri per l’impiego: l’assessore Robbe avvia un “itinerario di ascolto”

Un “itinerario di ascolto” per rilanciare i sistemi regionali dei Servizi per l’Impiego quale “svolta …