Home / Primo piano / Reggio Calabria – Uno show nello show, con i Negrita è sempre “Gioia infinita”

Reggio Calabria – Uno show nello show, con i Negrita è sempre “Gioia infinita”

di Grazia Candido (foto Antonio Sollazzo) – Eternamente ragazzi, Pau, Drigo e Mac si scatenano sul palco e regalano a Reggio Calabria un’incontenibile “Gioia infinita”. Avrebbero meritato molto di più come spettatori tant’è che è lo stesso Pau, dopo la passerella con la sua band sulle note di “Singing in the rain”, a scherzare con i fan: “Dove sono i vostri concittadini, avevano un battesimo o una cresima? Facciamo finta che questa piazza sia un club, portate quattro birre per i miei amici e scateniamoci” .

Parte immediatamente la grinta e la carica che li contraddistingue da quasi 25 anni con “Siamo ancora qua”, “Adios paranoia” (brani estratti dal loro nuovo album “Desert Yacht Club”), per poi continuare il viaggio musicale con “No problem”, “Non ci guarderemo indietro mai”, “Brucerò per te”, “Radio Conga”.
Piazza Duomo, dove è stato allestito il palco, è avvolta da una botta di rock mescolato da giochi di luci e milioni di colori proiettati dai maxischermi sui quali scorrono temi, immagini e video relativi ai vari pezzi mixati ad action live moment.
Sul palco il frontman Pau, insieme ai suoi fedeli compagni di viaggio, passa dal rock al reggae e ancora al punk, permettendo al pubblico di restare sempre coinvolto fisicamente oltre che coralmente. Si assiste per oltre due ore di puro concerto, ad una miscela di tutti gli ingredienti necessari per “compiere quel viaggio on the road lungo la distanza tra due oceani”, come ha raccontato Pau.
Dalle note di “Che rumore fa la felicità”, “Ho imparato a sognare” in una versione acustica con Pau solo sul palco con l’armonica, si passa velocemente a canzoni che sanno far cantare la gente come “Mama maé”, “In ogni atomo”, “Magnolia” per chiudere con la bellissima “Gioia infinita” il brano divenuto emblema di unione e passione.
Uno show nello show, questo è il live dei Negrita inserito nel progetto “Reggio in Fest” e che rientra nei “Fatti di Musica 2018”, la trentaduesima edizione del Festival del live d’autore ideato e diretto da Ruggero Pegna che, ieri sera, ha consegnato agli artisti l’ambito premio “Riccio d’Argento” come migliore band dell’anno.
I Negrita giocano con il loro sound: lo stropicciano, lo arricchiscono e lo rinnovano, quasi come se nulla riuscisse a sfuggire al loro trattamento. Tecnicamente hanno dato tantissimo: Drigo ammanta e rapisce il pubblico ad ogni tocco di corda, Mac dà quella spinta rock che fa vibrare l’anima, Pau travolge con la sua voce e la sua carica fisica ed emotiva. Insomma, è un live che andava visto e chi non c’è stato ha sicuramente perso l’occasione di vivere una rappresentazione di alto livello. Un’opportunità unica per la Calabria nella quale ci ha creduto l’agguerrito Ruggero Pegna e che non demorde puntando adesso su un altro grande live, quello di Roberto Vecchioni in programma domenica 19 agosto. Altra musica, altra storia, ancora grandi emozioni.






Leggi qui!

La ‘ndrangheta e le scommesse on line – I NOMI dei 18 fermati calabresi

Ecco i nomi dei 18 indagati sottoposti a fermo di indiziato di delitto dalla DDA …