Home / In evidenza / Reggio Calabria – Balneabilità, Crucitti: “Arpacal faccia ora controllo acque”

Reggio Calabria – Balneabilità, Crucitti: “Arpacal faccia ora controllo acque”

di Grazia Candido – “Non si può fare un prelievo delle acque di balneazione costiera a Maggio dopo le acque torrenziali che hanno colpito la città e dire che il nostro lungomare è inquinato. L’Arpacal dovrebbe fare i prelievi e pubblicare settimana per settimana, i risultati degli esami senza creare allarmismo”.

Il responsabile del ristorante “Luna ribelle” Carmelo Crucitti non ci sta e si sofferma sui campionamenti effettuati dai tecnici del Servizio Acque del Dipartimento Provinciale dell’Arpacal che attestano i punti non conformi di alcune aree della provincia reggina, in particolare nella zona antistante lo specchio acqueo di Reggio centro.
“E’ ovvio che se l’Arpacal fa i prelievi vicino alla foce nel periodo di Maggio il risultato non è positivo – afferma l’imprenditore – O facciamo un confronto prelievi congiunto o se l’Arpacal dice che c’è un’area “incriminata” deve fare ora un controllo delle acque. Dobbiamo garantire ai bagnanti sicurezza e salute pertanto, servono controlli periodici e non saltuari. Sul tratto del lungomare dove sono stati fatti i rilievi, attualmente ci sono 5 lidi, circa 200 unità operative e, facendo una mal comunicazione, si rischia di rovinare l’economia di tutto lo Stretto – continua Crucitti – Pensiamo a garantire il lavoro ai dipendenti, buoni servizi ai bagnanti e turisti e a risanare una volta per tutte, un problema atavico senza nasconderci dietro il dito. Ho fatto anche un autocontrollo delle acque di balneazione costiere presso il Lido Comunale in corrispondenza delle cabine centrali verso il Turquè a 40 cm circa di profondità e a metri 2 dalla battigia. E il risultato è buono”.
Poi una battuta sul Lido comunale, “struttura recentemente riqualificata con lavori autofinanziati, alla quale abbiamo ridato dignità. E’ un luogo storico di Reggio ma in completo abbandono e da sempre sotto gli attacchi di vandali e deturpatori ambientali – conclude Crucitti – Ora, spetta agli amministratori locali aiutarci a mantenerlo fruibile non solo nella stagione estiva ma anche in quella invernale facendolo diventare un fiore all’occhiello della città”.
Di seguito risultato Rapporto di prova

analisi - rapporti balneazione
analisi - rapporti balneazione

analisi - rapporti balneazione
analisi - rapporti balneazione

Leggi qui!

Ashley Graham, la modella curvy più famosa del mondo, in vacanza a Scilla

Si chiama Ashley Graham ed è diventata famosa perché ha sdoganato nuovamente la bellezza delle …