Home / Primo piano / Reggio Calabria: l’ordinaria odissea dei viaggiatori per bene

Reggio Calabria: l’ordinaria odissea dei viaggiatori per bene

Tanto tuonò che piovve!
Non è la prima volta che passeggeri pronti a raggiungere Roma in vagone letto si trovano di fronte alla sgradita sorpresa di non trovare la carrozza…
Surreale? Grottesco.

 

Può darsi, ma la vergogna non ha fine e Trenitalia ha continuato a superarsi finché, appunto, tanto tuonò che piovve.
E stavolta è dovuta intervenire addirittura la Polizia, chiamata da un passeggero esasperato che, a fronte dell’esorbitante cifra di 193 euro per un posto in vagone letto si è visto dirottato in cuccetta per…assenza del vagone letto stesso.
Oltre il gravissimo e reiterato episodio c’è, però, un sottobosco di atteggiamenti di continuò disprezzo da parte di chiunque si occupi di trasporti che colleghino Reggio al resto del mondo e la politica di Trenitalia é solo l’ultima, plastica, rappresentazione di questo continuo percorso di isolamento che oggi ti toglie un volo e domani ti sfila da sotto il sedere un vagone letto intero. Che vergogna…

Leggi qui!

Tangenti Anas – Assolto Luigi Meduri

La “dama nera” Antonella Accrogliano’, ex responsabile del coordinamento tecnico amministrativo di Anas, coinvolta nella …