Home / In evidenza / Falcomatà stigmatizza l’atto intimidatorio subito dall’impresa del Presidente Ance

Falcomatà stigmatizza l’atto intimidatorio subito dall’impresa del Presidente Ance

«Solidarietà e piena vicinanza da parte dell’Amministrazione comunale e metropolitana al Presidente dell’Ance Francesco Siclari vittima la scorsa notte di un vile atto intimidatorio presso il cantiere del potabilizzatore della diga sul Menta, dove sono stati sottratti e danneggiati mezzi e materiali di proprietà della sua impresa edile». E’ quanto scrive in una nota il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà commentando l’episodio criminale avvenuto ai danni dell’azienda del Presidente dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili di Reggio Calabria Francesco Siclari.

 

«I furti e i danneggiamenti all’azienda di Siclari sono un episodio grave che va stigmatizzato con forza – ha aggiunto il sindaco – purtroppo non è la prima volta che la sua impresa viene presa di mira da episodi di questo tipo. Ma sono certo che quest’ennesimo atto intimidatorio non distoglierà il Presidente degli imprenditori edili reggini, dal continuare con passione e perseveranza il suo impegno a servizio del territorio. In attesa che sia fatta piena luce su questo grave episodio e che gli autori del vile gesto siano al più presto assicurati alla giustizia, a nome mio e delle amministrazioni comunale e metropolitana, rivolgo sentimenti di vicinanza ai lavoratori dell’impresa, al Presidente Siclari e alla sua famiglia».

Leggi qui!

Cibo e solidarietà – Arriva in Calabria l’evento solidale “Un pasto al giorno”

L’iniziativa della Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, per poter continuare a …