Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Al “Cilea” in scena “La guerra dei roses” con Angiolini e Cremon
Ambra Angiolini

Reggio Calabria – Al “Cilea” in scena “La guerra dei roses” con Angiolini e Cremon

Dopo il grande successo di critica e di pubblico del primo appuntamento con Massimo Ranieri, la stagione 2017/2018 de “LE MASCHERE E I VOLTI”, organizzata dalla Polis Cultura in collaborazione con Città Metropolitana, Comune di Reggio Calabria e Presidenza del Consiglio Regionale, continua il suo percorso artistico con un grande spettacolo di prosa “LA GUERRA DEI ROSES” il 22 Gennaio alle ore 21, con interpreti principali Ambra Angiolini e Matteo Cremon.
Viste le adesioni di prevendita e delle continue richieste che arrivano al botteghino, sicuramente, si può preannunciare che lo spettacolo andrà in scena con l’ennesimo sold out della stagione.
“La guerra dei Roses” è prima di tutto il titolo di un romanzo del 1981 e poi otto anni più tardi diventa un enorme successo cinematografico per la regia di Danny De Vito. L’autore del romanzo, Warren Adler, scrive il soggetto del film e in seguito deciderà di adattare questa vicenda anche per il teatro, creando una commedia straordinaria, raffinata e caotica al tempo stesso, comica e crudele, ridicola e folle, trovando forse in teatro la sua dimensione ideale, per la sua potenza espressiva e la sua dimensione terribilmente onirica.
La storia narra della lenta e terribile separazione tra i coniugi Rose, lui ricco e ambizioso uomo d’affari, lei una moglie obbediente che lo ha accompagnato nella sua brillante ascesa, con amore e stima profonda, fino a quando tutta la loro vita passata insieme viene da lei completamente riscritta e reinterpretata. La sua maturata presa di coscienza la rafforza e la sprona, con una ferocia degna di una grande eroina, a scagliarsi sul suo amato in un crescendo di cattiveria, rabbia e reciproche atrocità, fino alle estreme conseguenze.
La grandezza dell’amore si esprime in questa commedia attraverso la sua fine: la separazione di un uomo e una donna che hanno condiviso un grande amore.
La messa in scena racconta proprio di una guerra tra i due schieramenti, il signor Rose e la signora Rose e i loro doppi, che interpretano i loro rispettivi avvocati e altri personaggi nei quali si imbattono i protagonisti, che porteranno il pubblico a divertirsi fino alle lacrime per la loro comicità e a turbarsi nel profondo, poiché sveleranno in modo più o meno consapevole i più intimi fallimenti nel comprendere l’”altro”, l’opposto, all’interno di noi stessi.

 

Leggi qui!

Firmata prima storica regolarizzazione ex occupanti abusivi di Arghillà Nord  

E’ stato firmato nei giorni scorsi il primo storico contratto di regolarizzazione di una delle …