Home / CITTA / Reggio Calabria / Miss toga Aiga di Palmi, il dissenso delle Pari opportunità avvocati Reggio

Miss toga Aiga di Palmi, il dissenso delle Pari opportunità avvocati Reggio

“Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria intende manifestare il proprio dissenso rispetto all’iniziativa ‘Miss Toga AIGA’ promossa dalla Sezione AIGA di Palmi nell’ambito di un evento svoltosi durante le festività natalizie presso la location di CapoSperone Resort’”. È quanto si legge nella nota del presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria Antonietta Occhiutoche aggiunge: “Si legge nell’articolo che ha dato visibilità all’iniziativa che la giovanissima avvocata eletta è stata premiata ‘per aver saputo coniugare bellezza e professionalità alla dignità ed al decoro dell’Avvocatura palmense’.
La dignità e il decoro dell’Avvocato costituiscono doveri fondamentali ricollegabili più alla ‘persona’ dell’avvocato che all’aspetto processuale, ovvero alla funzione della professione forense, che richiama particolari doveri insieme con speciali prerogative e diritti, i quali prescindono dall’aspetto esteriore del professionista, irrilevante rispetto alla funzione sociale e professionale svolta dall’Avvocata.
Ora, senza voler assumere una posizione demolitoria tout court rispetto all’iniziativa, ma soprattutto nei confronti della giovane Collega eletta, la quale ha partecipato alla gara nell’ambito di una mera festa privata certamente non consapevole – non potendola prevedere – della rilevanza che sarebbe stata data alla notizia, il Comitato ritiene solo di dove esprimere la propria posizione in merito.
L’idea di un concorso di bellezza tra Avvocate, dove emerge la competizione sul piano unicamente estetico – che nulla ha a che vedere con l’aspetto professionale e conseguentemente con i doveri di dignità e decoro propri dell’Avvocato – è apparsa inopportuna, soprattutto se si pone mente alle ‘battaglie’ che la ‘Donna Avvocata’ tutt’oggi combatte quotidianamente per la conquista di diritti fondamentali nel difficile connubio tra l’impegno professionale e il proprio ruolo di donna nella società, che la vede già discriminata rispetto alla figura maschile che svolge il medesimo ruolo.
Il CPO ritiene, pertanto, di non condividere il messaggio che un’iniziativa come quella promossa dall’AIGA di Palmi ha contribuito a diffondere, seppur in un clima di festività e leggerezza, poiché esalta unicamente l’aspetto della bellezza femminile nell’ambito di una competizione, messaggio che sembra stridere con la figura ed il valore conquistati nel tempo, non senza difficoltà, dalle Avvocate di oggi”.

Leggi qui!

Prendono il via le “Giornate regionali della Scuola”

La Regione Calabria, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, promuove l’organizzazione delle “Giornate regionali della Scuola” …