Home / Primo piano / Inizia la stagione sciistica. A Gambarie si aprono le piste

Inizia la stagione sciistica. A Gambarie si aprono le piste

Signori si parte. I tecnici hanno riparato il guasto, le seggiovie sono entrambi funzionanti ed inoltre oggi c’è stata una bella nevicata. Dopo il sopralluogo del Direttore di Pista e l’uscita dei gatti delle nevi per la “battitura”, dalle 8 di domani saranno ufficialmente aperte le piste e quindi inizia la stagione sciistica.
I mezzi della Città Metropolitana sono già sulle strade, il nostro spazzaneve sta già operando sulle strade interne.
Le novità realizzate quest’anno in miglioramento rispetto all’anno precedente sono il potenziamento del TAG che consente una lettura a distanza dell’abbonamento (quindi chi vuole può eliminare il cartaceo), il miglioramento dello snow park grazie agli amici dell’associazione Snowfamily e poi siamo in attesa (speriamo a breve) della autorizzazione USTIF per consentire il rientro degli sciatori con la seggiovia prendendo la stessa seggiovia alla stazione intermedia della pista azzurra. Infine, con l’obiettivo di alzare gli standard qualitativi delle nostre piste da sci e quindi garantire la sicurezza degli utenti, domani firmeremo un protocollo d’intesa con la guardia di finanza per il controllo sulle stesse piste da sci. Il costo degli impianti è rimasto invariato ed include in più l’accesso alla sciovia Mareneve ricostruita l’anno scorso, è disponibile altresì il WiFi free nell’area adiacente alla Piazza. Gli impianti saranno aperti dalle 8.30 alle 16.00 ed a sfatare una vecchissima maldicenza si precisa inoltre, che sarà garantito l’accesso sugli impianti anche ai pedoni.
Si coglie l’occasione, inoltre, per dare le giuste informazioni agli utenti sulle nuove piste da sci .
Anche se ancora non ci sono state finanziate le necessarie opere complementari, finanziamento che attendiamo da otto mesi, l’Amministrazione ha fatto di tutto al fine di provare quanto possibile per aprire in questa stagione invernale, andava risolto in primis il problema della gestione e come minimo della sistemazione delle piste da sci con i necessari movimenti terra e la messa in sicurezza delle stesse con la vigilanza e con reti, recinzione e materassi.
1. a settembre è stato deliberato la presa in consegna parziale anticipata da parte nostra delle due seggiovie;
2. ad ottobre è stato deliberato di anticipare i soldi dal nostro bilancio (nelle more del finanziamento regionale) per i lavori di messa in sicurezza delle piste da sci;
3. è stato fatto l’appalto per comprare il nuovo necessario battipista con verricello;
4. è stato dato l’incarico e poi approvato il progetto preliminare per la messa in sicurezza.
Adesso siamo nella fase in cui siamo in attesa della risposta della Autorità anticorruzione (ANAC) per essere autorizzati a dare direttamente i lavori alla ditta costruttrice degli impianti senza dover fare un nuovo appalto (immaginate i tempi altrimenti necessari).
Nelle more abbiamo convocato la ditta e iniziato a discutere delle condizioni contrattuali prima di iniziare i lavori e procedere con l’ordine delle necessarie attrezzature .
In poche parole, ci abbiamo provato in tutti i modi ma la speranza di aprire le nuove piste in questa stagione invernale è saltata.
Continueremo a lavorare per organizzarci al meglio nella prospettiva della prossima stagione
Infine senza voler fare alcuna polemica con “i leoni della tastiera” si precisa solo che c’è una grande differenza tra un collaudo programmabile ed un guasto imprevedibile.
Buon divertimento a tutti

Leggi qui!

Giornata Mondiale del libro: gli italiani leggono poco, i calabresi ancora meno

Oggi,come ogni anno dal 1996,si celebra in tutto il mondo la Giornata  Mondiale UNESCO del …