Home / Primo piano / Regione, finita seduta in Consiglio, ancora un rinvio per nomine

Regione, finita seduta in Consiglio, ancora un rinvio per nomine

Regione, finita seduta in Consiglio, ancora un rinvio per nomine. Nuovo rinvio della trattazione delle nomine di competenza del Consiglio regionale. Dopo aver esaurito, molto velocemente, l’elenco dei provvedimenti amministrativi e delle proposte di legge, quando si e’ arrivati al punto delle nomine e’ arrivata l’ennesima richiesta, accolta ed approvata dall’aula, di rinvio della trattazione di una questione che si trascina ormai da oltre un anno. In coda ai lavori e’ stata approvata, con l’autorizzazione al coordinamento formale, la proposta di legge proposta di legge recante: “Modifica e integrazione alla legge regionale 27 dicembre 2016 n. 44 (Legge di stabilita’ regionale 2017)”. “Un provvedimento – ha spiegato il relatore Mario Magno (Misto) – tendente a consentire alla Fondazione Terina di spendere il finanziamento previsto nei precedenti bilanci, destinati alle attivita’ ed al pagamento degli stipendi, che a causa dei debiti pregressi e dei conseguenti decreti ingiuntivi non possono essere utilizzati”. Sul punto, il capogruppo Pd, Seby Romeo, ha proposto due emendamenti “che non cambiano – ha detto – la sostanza della legge. Il primo che specifica che non si interviene sul bilancio e l’altro che fissa i termini dell’entrata in vigore della legge”. Pur apprezzando le finalita’ della normativa, Wanda Ferro (Misto) si e’ soffermata sulla necessita’ di un’inversione di tendenza del Consiglio “in merito ai ripetuti commissariamenti degli Enti di sottogoverno”. Antonio Scalzo (Pd) ha spiegato le finalita’ operative della proposta “destinata – ha detto – a mettere al riparo e ridare un po’ di serenita’ ai 42 dipendenti della Terina che da anni vivono una situazione di grandissimo disagio”. Esprimendo l’adesione al contenuto della legge, il capogruppo regionale di Forza Italia Alessandro Nicolo’, ha sottolineato “la necessita’ di una riflessione della politica per quanto concerne la progettualita’. Affrontiamo le questioni in maniera emergenziale – ha detto Nicolo’ – ma non vorremmo che le emergenze sociali diventassero una regola rispetto ad un impegno complessivo e ad una progettualita’ ad ampio spettro”. In chiusura l’Aula ha approvato all’unanimita’ una mozione, illustrata dal capogruppo di Sinistra Italiana Giovanni Nucera, e condivisa anche dalla minoranza, con cui s’impegna il Presidente della Giunta regionale ad inserire nella prossima manovra di assestamento del Bilancio una norma che garantisca la parziale copertura finanziaria delle spettanze dei dipendenti dei Consorzi di bonifica.

Leggi qui!

Nuovi caschi vigili del fuoco Cosenza

Reggio Calabria – Due auto in fiamme, in corso le indagini

Sono in corso di accertamento le cause dell’incendio che nel primo pomeriggio di oggi, a …