Locri (RC): nuovo sbarco di immigrati.Su peschereccio anche minori

giovedì 18 aprile 2013
7:34
immigratisbarco
Nuovo sbarco di immigrati sulla costa ionica reggina. Un peschereccio lungo 16-18 metri si e’ arenato questa notte, tra le 3 e le 4, sulla spiaggia del lungomare di Locri.

A bordo dell’imbarcazione vi erano una cinquantina di migranti, tutti uomini, la maggior parte minorenni, di nazionalita’ siriana, libica ed egiziana. Sette persone sono state trasportate in ospedale; il piu’ grave di loro e’ un minore con una sospetta frattura al piede. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Locri, diretta dal capitano Nico Blanco. Gli adulti saranno accolti a Siderno. Si sta ancora valutando dove sistemare i minorenni.

Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    BASHKIMFOLK - CI MANDA SCANDERBEG Il gruppo nasce nel novembre 2006 dall'incontro tra Rocco Marco Moccia (voce,chitarra acustica,organetto,cjftalì,davul); Antonello Di Turi; (tamburi a cornice, percussioni); Amedeo Fera (flauto traverso, chitarra, mandolino, sax) provenienti da diverse esperienze, ma accomunati dalla passione per la musica popolare. Successivamente la formazione è cresciuta e attualmente consta di sette componenti, polistrumentisti, soprattutto strumenti caratteristici della tradizione calabrese e balcanica: organetto, chitarra battente, tamburi a cornice, ciaramelle, cjftalì e davul. Bashkim in arbëreshe (antica lingua italo-albanese) significa "unione","compagnia","cosa comune" e vuole essere un monito affinché coloro i quali sentono le proprie origini, ascoltano i racconti del passato, amano tutto ciò che esprime la propria terra, si uniscano e portino avanti con orgoglio e passione la propria identità. Il repertorio valorizza i canti popolari del meridionali e comprende tarantelle, tammorriate, pizziche, melodie balcaniche e musiche anche inedite. Il loro sound è anche caratterizzato dalla contaminazione di altre culture musicali quali blues, jazz, ecc.