Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: Lo sport come prevenzione sanitaria

Reggio: Lo sport come prevenzione sanitaria

Le drammatiche morti del pallavolista Vigor Bovolenta, del calciatore Pier Mario Morosini e del nuotatore Dale Oen hanno fortemente colpito l’opinione pubblica e richiamato l’attenzione sul

tema della sicurezza dell’attività agonistica e dei controlli sugli atleti. Eppure, da sempre, si ritiene che lo sport sia uno strumento in grado di garantire la salute di chi lo pratica e di prevenire patologie anche gravi.
Su quest’argomento di grande attualità, giovedì prossimo 31 maggio, con inizio alle ore 17, si terrà un convegno organizzato dalla sezione reggina dell’Associazione italiana arbitri e dall’associazione culturale “Neapolis mediterranea”. L’incontro si svolgerà nella sala conferenze della Provincia di Reggio Calabria e vedrà la partecipazione di professionisti di prim’ordine nel campo della medicina applicata allo sport. Relazioneranno – ciascuno sulla materia di propria competenza – il diabetologo Antonino Amodeo; i medici sportivi Renato Capurro e Pasquale Favasuli; il cardiochirurgo Fabio Falzea; l’angiologo Giacomo Idone; lo psicologo Giuseppe Raso e lo pneumologo Salvatore Tripodi.
Il convegno, che ha ottenuto il patrocinio morale della Provincia di Reggio Calabria e del Comitato regionale Calabria del Coni, sarà seguito dalla premiazione degli arbitri di calcio della sezione reggina che si saranno particolarmente distinti nel corso della stagione agonistica che volge al termine.

Leggi qui!

STATUS Centro Studi M.A.D.Teatro Cilea

Reggio Calabria – Al Cilea l’emozionante viaggio del Mad alla scoperta dello Status

di Grazia Candido – In una società dove spesso l’inutile trionfa sul processo folle del …