Home / CITTA / Reggio Calabria / Nota coordinamento delle liste A Testa Alta e Democratici in Movimento

Nota coordinamento delle liste A Testa Alta e Democratici in Movimento

Alla loro prima uscita in città, le liste di A Testa Alta e di Democratici in Movimento hanno conseguito quasi ottomila voti. Assieme al Polo di Centro promosso dall’On.le Pasquale Tripodi, hanno raggiunto la cifra di oltre undicimila voti, pari all’11 per cento dei consensi. Il tutto, se

consideriamo i pochissimi giorni a disposizione prima del voto, è senza dubbio un risultato significativo. Il risultato acquisito ci consente di proseguire sulla linea del radicamento del nostro movimento democratico e autonomista che è nato per durare, per contare e per far vincere le ragioni del sud dentro un’Italia più giusta ed europea.
Ed è proprio l’assenza di una tale alternativa che in questa tornata amministrativa sta riconsegnando il sud a questo centrodestra meridionale, stampella subalterna della Lega di Bossi. La sfida vera si gioca solamente su questo terreno, ciò quello del lavoro e dell’impegno assai ardui per mettere in campo una nuova e credibile alternativa che susciti passioni civili e renda protagoniste le comunità meridionali. L’opposto di quanto emerge dall’analisi del voto da parte degli esponenti del PD reggino, che si dicono arcisoddisfatti e contenti del loro risultato ad una sola cifra percentuale. Per un partito con una forte ispirazione maggioritaria e che era nato per governare l’Italia, quello dei propri dirigenti reggini non è solo una sorta di epitaffio a futura memoria ma una pietra tombale di qualsiasi speranza di riscatto del sud.
Noi, movimento autonomista, ora esistiamo e, anche attraverso i nostri rappresentati a tutti i livelli eletti nelle istituzioni, continueremo ad operare. Per quanto ci riguarda questo è solo l’inizio.
 
Coordinamento delle liste A Testa Alta e Democratici in Movimento

 

 

 

Leggi qui!

Reggio Calabria – Presentazione dell’Archivio Storico Diocesano online

Venerdì prossimo la presentazione dell’Archivio Storico Diocesano online Più di 4 secoli di storia, quasi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *