Reggio: conclusa la 4° edizione del concorso “Carmelo Restifo”

mercoledì 26 maggio 2010
9:23

reggio_calabria
Si è conclusa  la 4^ edizione dell’Agone Reggino “Carmelo Restifo” organizzato dalla Fondazione Italo Falcomatà.  I  7 componenti della commissione, composta da docenti universitari, docenti di Lettere classiche ed un rappresentante del MIUR  hanno individuato

   tre  vincitori tra i 116 partecipanti dai Licei classici di tutta Italia, che si sono cimentati nella traduzione di un brano di Platone ( Leg. 952d-953c).  e relativo commento a cui sono andati rispettivamente 1.000, 500 e 300 euro Alla cerimonia di premiazione, avvenuta presso il Salone Conferenze della Provincia al tavolo della Presidenza  c’era la Commissione giudicatrice al completo: la dr.ssa Patrizia Carrozza, quale rappresentante del MIUR, la prof.ssa Maria Cannatà Fera, il prof, Antonino Zumbo, il dott. Claudio Meliadò, tutti  operanti presso l’Università di Messina, ed i docenti di Lettere classiche  Annamaria Abrami, Giuseppe Caminiti e Rosa Neto Falcomatà. Tra il pubblico erano presenti personalità del mondo della cultura e della politica, quali il Preside di Facoltà di Lettere dell’Università di Messina, prof. Fera,il dirigente scolastico Barillà prof. Catalano, la prof.ssa Sicari, il prof. Palumbo, l’avv. Massimo Canale e tanti altri.  Ad inizio di cerimonia  i saluti delle Istituzioni presenti  la dottoressa Giacomina Caminiti , coordinatrice dell’Usp, la dottoressa Patrizia Carrozza, rappresentante del Ministero della Pubblica Istruzione, la dottoressa Antonella Freno, assessore ai grandi eventi del Comune di Reggio Cal.  Si è notata l’assenza del padrone di casa della Provincia o di un suo rappresentante. Tutti gli intervenuti hanno messo in evidenza il valore della manifestazione  che oltre a coinvolgere e stimolare tanti giovani riesce a mettere in luce le eccellenze .Dopo i saluti ad introdurre la cerimonia di premiazione è stata Rosetta Neto Falcomatà che ha evidenziato l’importanza di questa manifestazione giunta alla quarta edizione “ L’obiettivo che la Fondazione si propone con l’agone è duplice: promuovere  cultura nel nome di Italo Falcomatà  e ricordare un illustre grecista, maestro del sapere antico, il prof. Carmelo Restifo L’amore per la cultura e l’attenzione per i giovani hanno caratterizzato la vita di Italo e caratterizzano la Fondazione”.Dopo una dotta ed interessante relazione tenuta dalla prof. Fera sui personaggi anomali del teatro greco  si è conclusa la serata con la consegna dei premi  ai giovani grecisti: !9 Valentina Barrile del Liceo Clkassico “Trimarchi” di Santa Teresa di Riva; 2) Manlio Fazio del Liceo Clkassico “Trimarchi” di Santa Teresa di Riva;3) Andrea Caputo del Liceo Classico “G.da Fiore” di Rende.

 

Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    BASHKIMFOLK - CI MANDA SCANDERBEG Il gruppo nasce nel novembre 2006 dall'incontro tra Rocco Marco Moccia (voce,chitarra acustica,organetto,cjftalì,davul); Antonello Di Turi; (tamburi a cornice, percussioni); Amedeo Fera (flauto traverso, chitarra, mandolino, sax) provenienti da diverse esperienze, ma accomunati dalla passione per la musica popolare. Successivamente la formazione è cresciuta e attualmente consta di sette componenti, polistrumentisti, soprattutto strumenti caratteristici della tradizione calabrese e balcanica: organetto, chitarra battente, tamburi a cornice, ciaramelle, cjftalì e davul. Bashkim in arbëreshe (antica lingua italo-albanese) significa "unione","compagnia","cosa comune" e vuole essere un monito affinché coloro i quali sentono le proprie origini, ascoltano i racconti del passato, amano tutto ciò che esprime la propria terra, si uniscano e portino avanti con orgoglio e passione la propria identità. Il repertorio valorizza i canti popolari del meridionali e comprende tarantelle, tammorriate, pizziche, melodie balcaniche e musiche anche inedite. Il loro sound è anche caratterizzato dalla contaminazione di altre culture musicali quali blues, jazz, ecc.