Home / CALABRIA / Presenze record per la II edizione di Messina Street Food Fest

Presenze record per la II edizione di Messina Street Food Fest

Un bilancio più che positivo quello della seconda edizione di Messina Street Food fest, che è stato illustrato oggi in una conferenza Stampa svoltasi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca. All’incontro è intervenuto il presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella, ideatore e promotore dell’evento co-organizzato con il Comune di Messina.

 

 

“Non possiamo che essere soddisfatti del risultato ottenuto- ha detto il presidente Palella– la città ha risposto in modo massiccio alla nostra chiamata, ma la manifestazione è stata visitata anche da persone provenienti da tutta la Sicilia e dalla Calabria, e numerosi crocieristi si sono fermati a Messina trascorrendo il loro tempo tra le casette del food village.  Le novità apportate in questa seconda edizione, con l’ampliamento della superficie a disposizione e il conseguente incremento della proposta gastronomica e degli spettacoli hanno prodotto un altissimo gradimento da parte del pubblico. La soddisfazione deriva anche dall’indotto economico e commerciale che è stato creato dall’evento, apprezzato anche dagli imprenditori del centro città, che in quei 4 giorni hanno riempito i loro locali. Un altro motivo di orgoglio nasce dal clima di civiltà e compostezza in cui tutto si è svolto nonostante l’altissima affluenza. Fondamentale per la riuscita di MSFF è stata la partnership con il Comune, che ci ha supportato in tutte le fasi organizzative. Doveroso un ringraziamento anche al Prefetto, al Questore a tutte le Forze di Polizia e alla Protezione Civile. Preziosa la collaborazione dei funzionari di tutti gli Enti preposti, che con i numerosi tavoli tecnici organizzati, hanno fatto sì che potessimo operare serenamente e nel massimo rispetto delle regole”.

 

Alla conferenza Stampa è intervenuto anche l’assessore alle Attività Produttive Dafne Musolino: “E’ stata un’iniziativa che ha avuto un successo maggiore rispetto alla prima edizione- ha commentato l’Assessore– a testimonianza che si radica sempre di più sul nostro territorio e che le novità di quest’anno hanno trovato pieno riscontro nella domanda del numeroso pubblico presente. Qualche giornata di pioggia non ha assolutamente rovinato l’evento, che ha permesso a persone di tutte le età e di diversa provenienza di ritrovarsi insieme, a dimostrazione che Messina Street Food Fest è in crescita anche in ambito nazionale e quindi nella considerazione dei più importanti esperti del settore. La città di Messina ha bisogno di queste manifestazioni, che rappresentano e costituiscono un elemento aggregante. L’Amministrazione comunale ha avuto il piacere di condividerne l’organizzazione nella convinzione che tali appuntamenti possano ripetersi con altre iniziative al fine di promuovere i nostri prodotti locali e non solo, creando anche un indotto economico e quindi una ricaduta positiva sulla città in quanto attrattiva per i turisti. Grande importanza ha rivestito l’impegno assunto dalla Confesercenti- ha concluso– di fare sottoscrivere ai partecipanti una dichiarazione/autocertificazione di essere in regola con il pagamento dei tributi locali o, in caso di non regolarità, col riconoscimento del debito e l’obbligo al suo pagamento. Questa richiesta ha costituito un primo esempio concreto dell’applicazione del principio di legalità che l’Amministrazione comunale persegue attivamente fin dal suo insediamento”.

I NUMERI DELLA II EDIZIONE DI MESSINA STREET FOOD FEST

E L’INDOTTO ECONOMICO

 

Numeri record per la seconda edizione dell’evento dedicato al cibo di strada, che hanno apportato una importante ricaduta economica su Messina.

Con oltre 70mila presenze, Messina Street Food Fest ha registrato un’affluenza superiore del 30% rispetto alla prima edizione. Circa 160 le persone che hanno alloggiato in città in strutture ricettive e alberghiere, confermando il valore della manifestazione anche in termini di sviluppo delle potenzialità turistiche del territorio.

Nelle 40casette food poste all’interno del villaggio gastronomico altrettante aziende, delle quali 27messinesi, 6dalla provincia e 7da fuori Messina e provenienti da Sicilia, Puglia, Toscana e Abruzzo. In ogni postazione hanno lavorato 3persone per un totale di 120operatori food impegnati.

Due i palchiallestiti a piazza Cairoli, sui quali si sono esibite 6live band e 14persone tra dj e intrattenitori.

Notevole lo sforzo dell’Organizzazione per garantire la sicurezza del pubblico, con la presenza di 60 addetti e 10 unità di personale medico. Quattro le ambulanze in piazza. La collaborazione di Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Protezione Civile ha consentito lo svolgimento ordinato della manifestazione. Il contributo delle associazioni  Mari e Monti, Ass. Naz. Carabinieri/Gruppo di fatto-Messina, Ass. Naz. Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale,  A.c.c.i.r. dipartimento di Messina e Ambulanze Soccorso Azzurro si è rivelato di fondamentale importanza nel potenziare al massimo gli aspetti legati alla sicurezza del pubblico e coadiuvare gli addetti del settore già messi in campo dall’Organizzazione.

 Il Messina Street Food Fest ha rappresentato un’opportunità di lavoro anche per le 25persone impiegate tra le casse, il beverage e la costruzione dell’intero village.

Nei 13 show cooking condotti dalla giornalista e food blogger messinese Valeria Zingale hanno operato 15 chef, tra cui due stellati. Importante il coinvolgimento di tre Enti del Terzo Settore: Cirs, Associazione Autismo Onlus e Fondazione Aurora Centro Clinico Nemo Sud,cui sono stati interamente devoluti gli incassi degli show culinari derivanti dalle donazioni dei presenti. Ben 845 persone hanno risposto alla chiamata della solidarietà ed hanno assistito alle performances degli chef degustando le loro pietanze. Il ricavatototale per le tre associazioni è stato di 6.300 Euro. L’evento si è rivelato inoltre un’esperienza formativaefficace per 40 studenti dell’Istituto Turistico Alberghiero Antonello, partner istituzionale di MSFF, che hanno collaborato in alcune fasi delle attività nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro.

Di particolare rilievo, tra le novità di questa edizione, la collaborazione con AIC Siciliae la presenza all’interno del food village di una postazione gluten free, che ha consentito a circa 1000celiacidi poter partecipare alla manifestazione e mangiare liberamente e senza rischi per la propria salute.

L’imponente piano media e pubblicitariorealizzato dall’Organizzazione ha coinvolto 20 realtà editoriali siciliane e calabresitra carta stampata, tv e giornali online. Per ottenere la massima promozione sono stati predisposti anche cartelloni pubblicitari, servizi foto e video, per un impegno economico totale di 14.000Euro.

I comunicati Stampasono stati veicolati non solo in ambito locale, ma anche regionale, nazionale e alla Stampa specializzata nel settore eno-gastronomico. In tal modo l’evento ha ottenuto una diffusione capillaree ha richiamato a Messina numerosi giornalisti, food blogger e addetti ai lavori da ogni parte d’Italia.

Grande successo anche su Facebook,con 1 milione e 300mila visualizzazioni organiche(non a pagamento) dei post sulla pagina ufficiale di Messina Street Food Fest.

Un incrementorispetto alla scorsa edizione si è registrato anche nelle sponsorizzazioni, cresciute del 20%.Fra i partner di quest’anno molte conferme e diverse new entry anche di portata regionale e nazionale, che hanno creduto nel valore e nelle potenzialità di MSFF.Tra gli sponsor, alcuni sono stati preziosi partner tecnici, che hanno assicurato importanti servizi alla manifestazione.

Il team organizzativo del Messina Street Food Fest, coordinato dal presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella è composto da: Benny Bonaffini– coordinatore area food; Marika Micalizzi– comunicazione e social media; Claudio Prestopino– area tecnica e allestimenti; Andrea Ipsaro Passione– responsabile spettacoli; Patrizia Casale– marketing e promozione; Carlo Spanò– area web.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Incontro “Prendersi cura della persona, non solo del paziente”

“Prendersi cura della persona, non solo del paziente”. E’ questo il tema dell’incontro di LinfoVita …