Messina: guida e calcolo dell’Imu sul sito del Comune

venerdì 18 maggio 2012
15:00
In collaborazione con ANUTEL (Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali) l’Amministrazione comunale di Messina ha realizzato un link IMU all’interno della rete civica,

www.comune.messina.it. Gli assessorati comunali alle Politiche finanziarie e alle Politiche di E-Government, e con i dipartimenti Tributi e CED, nell’ambito dell’introduzione dell’IMU, secondo il Decreto 201 del 6 dicembre 2011 convertito con modificazioni dalla L. 22/12/2011 n. 214, hanno così offerto la possibilità ai cittadini interessati di prendere visione di tutte quelle informazioni relative all’IMU: determinazione dell’imposta, aliquote base, le relative detrazioni e riduzioni, le scadenze dei versamenti ed i vari codici tributo. Inoltre, sarà possibile accedere ad una tabella precompilata, grazie alla quale, inserendo i dati richiesti negli appositi campi, verrà calcolato l’importo personale e creato il relativo F24, che potrà comodamente essere stampato dal proprio computer. Il servizio nasce dalla necessità di avvicinare nel modo più chiaro e semplice i cittadini a questo nuovo tributo, attraverso un sistema trasparente e innovativo.

Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    BASHKIMFOLK - CI MANDA SCANDERBEG Il gruppo nasce nel novembre 2006 dall'incontro tra Rocco Marco Moccia (voce,chitarra acustica,organetto,cjftalì,davul); Antonello Di Turi; (tamburi a cornice, percussioni); Amedeo Fera (flauto traverso, chitarra, mandolino, sax) provenienti da diverse esperienze, ma accomunati dalla passione per la musica popolare. Successivamente la formazione è cresciuta e attualmente consta di sette componenti, polistrumentisti, soprattutto strumenti caratteristici della tradizione calabrese e balcanica: organetto, chitarra battente, tamburi a cornice, ciaramelle, cjftalì e davul. Bashkim in arbëreshe (antica lingua italo-albanese) significa "unione","compagnia","cosa comune" e vuole essere un monito affinché coloro i quali sentono le proprie origini, ascoltano i racconti del passato, amano tutto ciò che esprime la propria terra, si uniscano e portino avanti con orgoglio e passione la propria identità. Il repertorio valorizza i canti popolari del meridionali e comprende tarantelle, tammorriate, pizziche, melodie balcaniche e musiche anche inedite. Il loro sound è anche caratterizzato dalla contaminazione di altre culture musicali quali blues, jazz, ecc.