Messina: grande successo per il concerto di Kaos One

domenica 11 dicembre 2011
10:09
Grande successo per il concerto di Kaos One a Messina, svoltosi al Giardino Corallo ieri sera, 10 dicembre.

L’artista casertano (a.k.a. Don Kaos), fra i principali esponenti della cultura hip-hop nazionale, ha scelto proprio Messina per far decollare il suo Post Scripta Tour, lanciando il suo nuovo e attesissimo disco, Post Scripta, balzato già ai vertici delle classifiche di vendita.

L’attesa era davvero forte, non solo fra i numerosissimi appassionati della musica hardcore rap e Kaos One non ha deluso le attese, ammaliando il pubblico con la sua grinta, la sua rabbia verbale e la sua verve fisica, regalando al folto pubblico che ha assiepato il Giardino Corallo di Messina, ore di divertimento e puro coinvolgimento, accompagnato da Dj Craim.
Il concerto, prodotto da Visconti srl e Giardino Corallo – in collaborazione con il gruppo AngryBass – è solo il primo passo di una precisa strategia di rilancio della musica live a Messina, coniugando artisti di successo e una platea affamata e spesso esclusa dalla tournée italiane. 

Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    BASHKIMFOLK - CI MANDA SCANDERBEG Il gruppo nasce nel novembre 2006 dall'incontro tra Rocco Marco Moccia (voce,chitarra acustica,organetto,cjftalì,davul); Antonello Di Turi; (tamburi a cornice, percussioni); Amedeo Fera (flauto traverso, chitarra, mandolino, sax) provenienti da diverse esperienze, ma accomunati dalla passione per la musica popolare. Successivamente la formazione è cresciuta e attualmente consta di sette componenti, polistrumentisti, soprattutto strumenti caratteristici della tradizione calabrese e balcanica: organetto, chitarra battente, tamburi a cornice, ciaramelle, cjftalì e davul. Bashkim in arbëreshe (antica lingua italo-albanese) significa "unione","compagnia","cosa comune" e vuole essere un monito affinché coloro i quali sentono le proprie origini, ascoltano i racconti del passato, amano tutto ciò che esprime la propria terra, si uniscano e portino avanti con orgoglio e passione la propria identità. Il repertorio valorizza i canti popolari del meridionali e comprende tarantelle, tammorriate, pizziche, melodie balcaniche e musiche anche inedite. Il loro sound è anche caratterizzato dalla contaminazione di altre culture musicali quali blues, jazz, ecc.