Home / CITTA / Cosenza / Cassano allo Ionio – Stop all’uso della plastica

Cassano allo Ionio – Stop all’uso della plastica

Novità in vista della bella stagione in materia ambientale.

Il Comune di Cassano Allo Ionio dice “Stop all’uso della Plastica” sulle spiagge del litorale jonico ricadenti nel suo territorio a decorrere dal 1° giugno prossimo. Oltre che con un atto deliberativo assunto con i poteri della giunta comunale, con cui lente locale ha aderito alla campagna Plastic Free Challenge lanciata nel 2018 dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, la Commissione Straordinaria ha emanato anche un’apposita ordinanza “Plastic Free”.
La Campagna Plastic Free Challenge, è destinata a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla limitazione dell’uso e della dispersione della plastica usa e getta nell’ambiente, attraverso due modalità. Da un lato, è prevista la sostituzione progressiva della plastica monouso in tutte le sedi comunali, uffici connessi, scuole comunali, palestre, attività ristorative, eventi e manifestazioni; dall’altro lato, l’amministrazione locale si impegna a sostenere la campagna informativa nei confronti della comunità locale e non solo, affinché ognuno comprenda quanto può essere prezioso il contributo derivante dalle piccole azioni quotidiane. Dalla data 1° giugno prossimo, quindi, su tutte le spiagge del litorale cassanese, vige il divieto di vendita e uso di bicchieri, piatti, posate e sacchetti di plastica non compostabile, nonché la vendita e l’uso di bastoncini per l’igiene orale (cotton fioc) i quali aventi il bastoncino realizzato in materiale plastico, si trasformano negli oggetti che più invadono i nostri mari e si accumulano sulle spiagge e negli oceani, venendo poi scambiati per cibo da uccelli, pesci e mammiferi, causandone la morte o l’inclusione di sostanze tossiche nella catena alimentare. Con le loro dimensioni ridotte rendono praticamente impossibile l’ipotesi di recuperarli una volta dispersi sulle spiagge o in mare, la qual cosa aggrava notevolmente il processo di smaltimento. Pertanto, i commercianti, i privati, le associazioni, gli enti, in occasione di feste pubbliche e sagre, potranno distribuire al pubblico esclusivamente bicchieri, piatti, posate e sacchetti di plastica monouso in materiale biodegradabile e compostabile,in quanto minimizzare e praticare la differenziazione dei rifiuti per questa Amministrazione è un irrinunciabile segno di civiltà. La violazione dell’ordinanza prevede una sanzione amministrativa pecuniaria pari a euro 50,00. Al Comando di Polizia Locale e alle altre forze dell’ordine presenti sul territorio è stato demandato il compito vigilare sull’osservanza dell’atto.

Leggi qui!

Porti, Aponte: “Faremo di Gioia Tauro il primo terminal del Mediterraneo”

“Faremo di Gioia Tauro il primo terminal container del Mediterraneo”. È l’obiettivo fissato per lo …