Home / CITTA / Cosenza / Forza Italia – Il 6 aprile il Congresso della provincia di Cosenza

Forza Italia – Il 6 aprile il Congresso della provincia di Cosenza

Forza Italia si ritrova a Castrovillari e traccia la linea su regionalismo differenziato, riorganizzazione interna ed elezioni regionali. L’occasione è stata data da un convegno sulle riforme, promosso dal circolo castrovillarese guidato al commissario Liborio Bloise e svoltosi nella serata di Sabato scorso in un’aula consiliare affollata da iscritti, simpatizzanti e dirigenti del movimento azzurro provenienti dall’area del Pollino. Presenti i vertici forzisti: la coordinatrice regionale e vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia, Jole Santelli; il vicecapogruppo vicario alla Camera, Roberto Occhiuto; il deputato Francesco Cannizzaro, responsabile regionale della Consulta nazionale delle autonomie; il commissario provinciale e consigliere regionale Gianluca Gallo. Nel suo saluto, Bloise – oltre ad introdurre il tema del regionalismo asimmetrico – ha richiamato la crescente centralità di Forza Italia nel panorama politico locale, ribadendo la volontà di lavorare perché FI possa recitare un ruolo determinante nelle prossime competizioni locali e regionali. Santelli, Occhiuto e Cannizzaro, dal canto loro, hanno sottolineato l’attenzione che va dedicata alle questioni cruciali della politica e della quotidianità. Tra questi il regionalismo differenziato, censurato nella sua attuale formulazione: le regioni del Nord – è stato ribadito nei diversi interventi – devono avere rispetto per il resto del Paese e Forza Italia sarà vigile ed attenta perché ciò avvenga, nel rispetto della Costituzione, per non ostacolare l’opera di recupero del gap tra il Sud e le altre regioni, per riaffermare diritti che non possono essere calpestati. Quindi, un occhio alle prossime elezioni regionali calabresi, con Santelli e Occhiuto che hanno precisato: “Non abbiamo l’anello al naso e non pettiniamo le bambole a Roma: quello che sarà della Calabria gli alleati lo dovranno discutere con noi”.Quindi la conferma: secondo i vertici forzisti, il candidato alla presidenza della giunta regionale della Calabria sarà indicato da Forza Italia e sarà l’attuale sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto.A seguire, spazio anche alla tematica della riorganizzazione interna, con l’annuncio ufficiale della convocazione del congresso provinciale, programmato per il 6 Aprile prossimo a Cosenza, al Museo multimediale di piazza Bilotti, dal commissario Gianluca Gallo che, come ribadito a più voci nel corso della manifestazione castrovillarese un po’ da tutti gli intervenuti, è un candidato naturale alla guida del coordinamento provinciale ma anche ad un posto nel futuro governo della Regione, alla luce del suo impegno, delle sue capacità e della garanzia di rappresentanza del territorio. In quella sede si progetteranno anche iniziative specifiche per le prossime Europee del 26 Maggio e, sul piano programmatico, per la costruzione dell’alternativa al fallimentare governo regionale di centrosinistra a guida Oliverio.

Un orizzonte ampio, nel quale non sono mancati riferimenti a Castrovillari: il commissario cittadino Bloise, apprezzato per l’impegno profuso ed i risultati sin qui già raggiunti, è stato invitato ad affiancare i vertici provinciali e regionali nell’azione di elaborazione della proposta politica in Calabria e naturalmente nell’area del Pollino ed in città, in vista delle Amministrative del 2020. Un appuntamento, quest’ultimo, al quale si guarda con attenzione, nella convinzione che Forza Italia possa proporre per Castrovillari iniziative politiche incisive ed aderenti ai bisogni della città. Per coltivare una politica fatta di relazioni, incontro e dialogo, si potrà fare riferimento alla nuova sede di Forza Italia, sita in corso Luigi Saraceni al civico 62, inaugurata al termine del convegno.

 

Forza Italia

Coordinamento cittadino di Castrovillari

 

Leggi qui!

Pupo e Costabile: “Mondo della cultura si schieri con Gratteri contro l’anti-Stato”

Esprimiamo forte preoccupazione – dichiarano Spartaco Pupo e Giancarlo Costabile, docenti del Dipartimento di Culture, …