Home / CITTA / Cosenza / Cosenza – Primo “Workation” Camp italiano per aspiranti nomadi digitali
WORKATION CAMP - COME DIVENTARE NOMADE DIGITALE

Cosenza – Primo “Workation” Camp italiano per aspiranti nomadi digitali

Work e Vacation, due parole chiave che unite danno vita a “Workation” un’esperienza di viaggio, lavoro e formazione da condividere insieme ad altri all’interno della stessa residenza.
Nel coliving Home 4 Creativity, a Montalto Uffugo (CS), Roberta Caruso, imprenditrice filosofica, assieme ad Alberto Mattei, fondatore di Nomadi digitali e Francesco Biacca, Ceo di Evermind, la web agency fondata sul remoteworking, propongono una workation dedicata a chi aspira a diventare nomade digitale.
Perché? Perché gli organizzatori credono fortemente che anche le professioni tradizionali (avvocati, ingegneri, giornalisti, counselor e tanti altri) possano e debbano usufruire degli strumenti del digitale per semplificare i processi di lavoro, ottimizzare i tempi di realizzazione di ogni progetto e soprattutto godere dell’opportunità
di lavorare da remoto, potendo vivere e viaggiare ovunque nel mondo senza mettere in standby i propri impegni professionali.
Dal 13 al 20 gennaio 2018 e dal 12 al 19 maggio il primo “Workation” Camp italiano per aspiranti nomadi digitali propone avventura, ispirazione, condivisione e un’esperienza di viaggio autentica per sperimentare lo stile di vita da nomade digitale e il remote working.
Sette giorni durante i quali si affronteranno le strategie, le opportunità e gli strumenti per lavorare da remoto ovunque nel mondo vi sia una connessione alla rete. Si praticherà lo shake filosofico, un metodo per tirar fuori passioni e talenti, trasformandoli in occasioni per diventare imprenditori di se stessi.
Ma non sarà solo formazione e lavoro, perché nel corso della settimana si conoscerà una parte di Calabria, andando alla ricerca di curiosità, delle bellezze del territorio e degli abitanti che lo vivono, condividendo un’esperienza di vita e di viaggio a stretto contatto con imprenditori, remote worker e professionisti nomadi digitali.
Una “Workation” ricca di incontri a cui prenderà parte anche Giovanni Battista Pozza, imprenditore, nomade digitale e fondatore di “Be Happy Remotely” che racconterà l’importanza della felicità sul lavoro.
E poi cene social a mt20, team building creativi, musica, coworking e divertimento.
Iscriversi alla “Workation” è semplice basta visitare il sito (http://www.homeforcreativity.com/nomadi-digitali-workation-formazione-13-20-gennaio-2018/), raccontare qualcosa di sé e “scegliere – spiegano gli organizzatori – di fare il primo passo verso il cambiamento, ormai inevitabile”.

Leggi qui!

Cosenza – Crosia riavrà la sua biblioteca

Incentivare la lettura e la cultura del libro significa investire in memoria, affinché Crosia Mirto …