Cosenza. Lesioni personali aggravate: padre e figlio arrestati a Verbicaro

mercoledì 05 settembre 2012
16:30

Nella nottata di ieri, a Verbicaro, i militari dell’arma locale, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di lesioni personali aggravate da uso di arma impropria, minacce e ingiurie: B.A., 55 anni,

operaio forestale e comunale, titolare di pregiudizi penali; D.A., 21enne, residente Verbicaro, rispettivamente padre e figlio. I due in concorso fra loro, all’esterno dell’esercizio pubblico denominato “Bar Pub Blak Out”, sono stati bloccati dai carabinieri mentre per futili motivi, sorti dopo un diverbio, stavano aggredendo con calci e pugni, servendosi di un bastone in legno, un loro omonimo conoscente F.A., 26 anni, provocandogli varie ferite che lo hanno costretto alle cure presso sanitari del pronto soccorso dell’ospedale civile di Cetraro. Gli arrestati sono stati giudicati oggi in rito direttissimo presso il tribunale di Paola ove sono stati posti, all’esito dell’udienza agli arresti domiciliari.

Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    BASHKIMFOLK - CI MANDA SCANDERBEG Il gruppo nasce nel novembre 2006 dall'incontro tra Rocco Marco Moccia (voce,chitarra acustica,organetto,cjftalì,davul); Antonello Di Turi; (tamburi a cornice, percussioni); Amedeo Fera (flauto traverso, chitarra, mandolino, sax) provenienti da diverse esperienze, ma accomunati dalla passione per la musica popolare. Successivamente la formazione è cresciuta e attualmente consta di sette componenti, polistrumentisti, soprattutto strumenti caratteristici della tradizione calabrese e balcanica: organetto, chitarra battente, tamburi a cornice, ciaramelle, cjftalì e davul. Bashkim in arbëreshe (antica lingua italo-albanese) significa "unione","compagnia","cosa comune" e vuole essere un monito affinché coloro i quali sentono le proprie origini, ascoltano i racconti del passato, amano tutto ciò che esprime la propria terra, si uniscano e portino avanti con orgoglio e passione la propria identità. Il repertorio valorizza i canti popolari del meridionali e comprende tarantelle, tammorriate, pizziche, melodie balcaniche e musiche anche inedite. Il loro sound è anche caratterizzato dalla contaminazione di altre culture musicali quali blues, jazz, ecc.