Cosenza. Lesioni personali aggravate: padre e figlio arrestati a Verbicaro

mercoledì 05 settembre 2012
16:30

Nella nottata di ieri, a Verbicaro, i militari dell’arma locale, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di lesioni personali aggravate da uso di arma impropria, minacce e ingiurie: B.A., 55 anni,

operaio forestale e comunale, titolare di pregiudizi penali; D.A., 21enne, residente Verbicaro, rispettivamente padre e figlio. I due in concorso fra loro, all’esterno dell’esercizio pubblico denominato “Bar Pub Blak Out”, sono stati bloccati dai carabinieri mentre per futili motivi, sorti dopo un diverbio, stavano aggredendo con calci e pugni, servendosi di un bastone in legno, un loro omonimo conoscente F.A., 26 anni, provocandogli varie ferite che lo hanno costretto alle cure presso sanitari del pronto soccorso dell’ospedale civile di Cetraro. Gli arrestati sono stati giudicati oggi in rito direttissimo presso il tribunale di Paola ove sono stati posti, all’esito dell’udienza agli arresti domiciliari.

Print Friendly