• Home / CALABRIA / Precari sanità, Cotticelli: “Proveremo a recuperare queste professionalità”

    Precari sanità, Cotticelli: “Proveremo a recuperare queste professionalità”

    “Il problema dei precari ferisce il cuore, non siamo persone feroci. Abbiamo purtroppo una legge che dobbiamo applicare e poi con l’aiuto del governo, con cui mi sono fatto portavoce e il ministro si sta impegnando in tal senso, cercheremo di trovare uno strumento legislativo che consenta il recupero di queste professionalita’ che sono persone perbene, che lavorano e sono un valore aggiunto nell’ospedale in cui operano”. Lo ha detto il Commissario per il Piano di rientro dal deficit sanitario Saverio Cotticelli parlando con i giornalisti dopo aver incontrato in Prefettura a Catanzaro una delegazione dei precari che hanno manifestato nel capoluogo e i loro rappresentanti sindacali.

    “Purtroppo – ha aggiunto Cotticelli – sono incappati, non per colpa loro, in una legge che pende come una spada di Damocle, e che prevedeva che entro 48 mesi dovessero essere regolarizzati. Io voglio difenderli perche’ sono due volte vittime. Dovevano essere stabilizzati e non lo sono stati. Hanno fatto dei concorsi e non li hanno stabilizzati. La legge intanto fa i suoi effetti e devono essere licenziati. Io pero’ faro’ di tutto perche’ sto affrontando il programma operativo per i prossimi due anni e ci stiamo occupando del fabbisogno nuovo di personale, che sara’ piuttosto cospicuo perche’ arricchito dallo sblocco del turn-over. Quindi potremo sostituire tutto quel personale che e’ andato in pensione regolarmente o grazie a quota cento. A quel punto, sapendo quanto personale potremo assumere, vedremo di trovare una norma che possa recuperare tutto questo personale che e’ incappato nei 48 mesi e che rappresenta una risorsa per il sistema salute”.