• Home / CITTA / Catanzaro / Una banca e una start-up calabrese insieme per creare sviluppo sostenibile

    Una banca e una start-up calabrese insieme per creare sviluppo sostenibile

    Un’importante pagina in tema di salvaguardia ambientale ed efficientamento energetico è stata scritta lunedì 8 luglio a Marcellinara, presso il Centro Direzionale della Banca del Catanzarese, a riprova che c’è e si fa sentire una Calabria che vale.

    La BCC del Catanzarese e Maestri Italiani s.r.l. hanno, infatti, condiviso e siglato una convenzione che recepisce fattivamente le priorità politiche nazionali e della Comunità Europea, in altre parole la tutela dell’ambiente e l’innovazione, elementi imprescindibili per garantire una crescita occupazionaleed economica “verde”, e sostenibile.Due soggetti privati, quindi, che decidono di mettersi insieme per creare lavoro, difendere l’ambiente e promuovere iniziative atte a far risparmiare notevolmente le famiglie, soprattutto per merito del programma “Acqua calda gratis per sempre” messo a punto dalla start-up calabrese.
    Il dott. Flavio Talarico, Presidente dell’Istituto bancario, e la dott.ssa Emilia Carbone, A.U. della start-up calabrese, alle 13 dello scorso lunedì hanno apposto la loro firma su un documento che apre la collaborazione fra i due soggetti per sensibilizzare tutti i soci e i clienti della Banca del Catanzarese ai temi dell’efficientamento energetico, promettendosi di agire buone prassi e una comunicazione chiara e onesta.

    Maestri Italiani, una start-up calabrese che dispone di un Management d’eccellenza, ha approntato in pochi mesi un modello organizzativo virtuoso, replicato in tutte le province della Calabria, che renderà veloce e professionale qualsiasi intervento che il cliente richieda. Lepartnership acquisite dalla società, poi, con aziende leader nel settore delle energie rinnovabili, quali Costruzioni Solari srl, Idrosistemi S.p.A. e Glass to Power S.p.A. (fra le più innovative, famose e premiate tecnologie al mondo) rendono la convenzione appena firmata oggettivamente ancor piùprestigiosa. Mauro Falbo, direttore commerciale della Maestri Italiani e ideatore del business model aziendale, ritiene che quest’alleanza con la Banca del Catanzarese sarà certamente foriera di sviluppo in senso lato e a beneficiarne saranno tutti i territori in cui la Banca è presente. Dall’altra parte il Presidente Flavio Talarico ha fornito prova di saper fare Banca, non solo condividendo, ma riuscendo a rendere un fatto la particolare missione etica che contraddistingue il credito cooperativo dal resto del sistema bancario, ovvero sostenere i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche degli stessi.
    Il Direttore generale della Maestri Italiani srl, dott. Ermanno Cribari, spera che l’esempio dato dalla BCC del Catanzarese sia da sprone per gli altri istituti di credito affinché la missione di ciascuna Banca divenga sempre di più sostegno delle comunità locali in senso lato.