• Home / CITTA / Catanzaro / Lavoro, Ferrara (M5s): “Regolarizzare situazione vigili del fuoco precari”
    Ferrara (M5S): "Aspettiamo da un anno risposta Regione su Consorzi bonifica"

    Lavoro, Ferrara (M5s): “Regolarizzare situazione vigili del fuoco precari”

    “L’avvio di una procedura d’infrazione non è mai una buona notizia per uno Stato, ecco perché mi auguro che l’Italia al più presto regolarizzi la propria posizione rispetto all’abuso dei contratti a tempo determinato nella Pubblica amministrazione”. Lo afferma l’eurodeputata del M5s Laura Ferrara in relazione “alla notizia – riporta una nota – della nuova procedura d’infrazione avviata dalla Commissione europea nei confronti dell’Italia con rifermento ai rapporti di lavoro a termine nel pubblico impiego per discriminazione dei lavoratori”.

    “Più volte ho sollecitato la Commissione europea – sostiene Ferrara – rispetto alle discriminazioni ed alle scarse tutele da parte dell’ordinamento italiano per alcune categorie di lavoratori sottoposti da anni a proroghe di contratti a tempo determinato, fra questi anche quella dei vigili del fuoco cosiddetti discontinui. Proprio rispetto alla situazione dei vigili del fuoco discontinui sono diverse le anomalie che ho più volte evidenziato alla Commissione, tramite interrogazioni ed una lettera a alla Commissaria all’occupazione e agli affari sociali, Marianne Thyssen. Una paradossale situazione venutasi a creare in Italia, per la quale, tale tipologia di lavoratori discontinui non beneficia di adeguata tutela previdenziale, assistenziale ed economica pur se occupati in base a una successione di contratti a tempo determinato per svolgere compiti analoghi per natura a quelli dei vigili del fuoco permanenti, sotto la stessa catena di comando, così come confermava la stessa Commissione nella risposta alla mia interrogazione”.

    “Proprio grazie a questi continui solleciti – sostiene l’europarlamentare – un importante passo avanti in questa annosa vertenza è stato compiuto. Nelle risposte inviatemi, per la prima volta la Commissione europea equipara i vigili del fuoco discontinui ai precari della pubblica amministrazione. Alla luce di questo per evitare una sentenza di condanna e quindi l’eventuale sanzione, la quale sappiamo bene arriverebbe dopo diversi anni dall’apertura della procedura d’infrazione, l’Italia dovrà attuare provvedimenti anche normativi per sanare tutte le criticità anche quelle relative alla situazione dei vigili del fuoco discontinui”.