• Home / CALABRIA / Sanità in Calabria – Richiesto il congelamento di tutti i concorsi per biologi

    Sanità in Calabria – Richiesto il congelamento di tutti i concorsi per biologi

    Il Commissario della Sanità Calabrese, Dott. Saverio Cotticelli, ha ricevuto una missiva stesa da una delegazione di Biologi patrocinati dall’Avv. Sergio Lucisano di Catanzaro,
    incitori di concorso pubblico come deliberazione del Commissario n. 365 del 09.04.2019, con la quale veniva richiesto il blocco dei concorsi pubblici per titoli ed esami attualmente in essere vista la sussistenza dell’unica graduatoria presente in Calabria formatasi proprio con la summenzionata deliberazione.

    Le ragioni sottese alla richiesta di congelamento di tutti i concorsi pubblici per Biologi sono state rappresentate alla luce delle numerose pronunce giurisprudenziali esistenti in materia che stabiliscono “nell’impiego pubblico, in presenza di graduatorie concorsuali valide ed efficaci, l’amministrazione, se stabilisce di provvedere alla copertura di posti vacanti, deve motivare la determinazione riguardante le modalità di reclutamento del personale anche qualora scelga l’indizione di un nuovo concorso in luogo dello scorrimento della graduatoria “ TAR Calabria
    – Catanzaro sez. IV n. 4056/2016; Consiglio di Stato n. 5056/2017; TAR Puglia n. 298/2018,
    motivazioni che risultano inesistenti dalla lettura dei bandi di tutti i concorsi in essere.
    La delegazione dei Biologi vincitori di concorso pubblico si è quindi rivolta a Cotticelli al
    fine di renderlo edotto circa la sussistenza dell’unica graduatoria presente nella Regione
    Calabria per Biologi formatasi il 09.04.2019 che inibisce l’indizione sia di nuovi concorsi che il prosieguo di quelli in corso in quanto “il mancato utilizzo delle graduatorie a scorrimento esistenti può comportare l’annullamento delle selezioni indette o indicenti perché contra legem (TAR Lazio n. 3444/2012).
    La denuncia in argomento è stata inoltre inviata ai Commissari Straordinari delle Aziende
    Ospedaliere di Catanzaro, di Cosenza, di Crotone e Reggio Calabria, oltre che alle A.O.
    “Annunziata Mariano Santo S. Barbara” di Cosenza e al “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro.
    Nei prossimi giorni si attende quindi un riscontro concreto a quanto lamentato dalla
    delegazione dei Biologi, anche e soprattutto alla luce delle dichiarazioni a mezzo stampa
    rilasciate proprio dal Commissario Cotticelli che si è già pronunciato in materia sulla vertenza
    degli autisti del 118 assicurando che “non saranno consentiti nuovi concorsi nelle aziende
    sanitarie se non prima sarà esaurita la graduatoria regionale degli idonei” (cit Corriere della
    Calabria del 22.03.2019).