Home / CITTA / Catanzaro / Lamezia Terme – False autocertificazioni per inserire figli al nido. Sei denunce

Lamezia Terme – False autocertificazioni per inserire figli al nido. Sei denunce

Sono sei i cittadini lametini che sono stati denunciati dalla Polizia Locale per false autocertificazioni rese ai fini della partecipazione al concorso  per l’ammissione agli asili nido comunali per l’anno scolastico 2018/2019.

 

L’attività, coordinata dal Dirigente, ha consentito di scoprire e deferire  alla locale Procura della Repubblica i sei soggetti, in quanto avevano reso false dichiarazioni sia in ordine alla composizione del nucleo familiare (al fine di alterare il reale valore ISEE), sia in ordine alla posizione lavorativa (  i riscontri in quest’ultima evenienza sono stati effettuati  incrociando i dati della autocertificazioni con le risultanze dei Centri per l’impiego).

Il bando dava  infatti priorità, ai fini dell’inserimento negli asili nido comunali dei bambini da zero a tre anni, agli ISEE più bassi, oltre che ai nuclei familiari aventi genitori entrambi lavoratori.

Ne è conseguita, secondo quanto previsto dalla vigente normativa,  l’esclusione o la revoca del beneficio decretata dal competente funzionario. Sono oltre 30, dall’inizio dell’anno, i soggetti deferiti dalla Polizia Locale, per il medesimo reato perpretato al fine di beneficare di sovvenzioni o servizi comunali non dovuti (R.E.I., benefici economici, vari, e da ultimo ingresso agli asili nido comunali).

Nell’ambito delle attività di Polizia Stradale, gli uomini addetti ai servizi della viabilità, hanno effettuato numerosi controlli, che hanno consentito di sottoporre a sequestro un veicolo per mancata copertura assicurativa e disporre la cessazione dalla circolazione di ulteriori 4 veicoli perchè non sottoposti alla obbligatoria periodica revisione. Rinforzato anche il presidio presso l’area aeroportuale,  con conseguente aumento dell’attività preventiva e sanzionatoria.

Ed è infine notizia di questi giorni che lo stalker individuato dalla Polizia Locale per aver infastidito ripetutamente una vicina di casa, dal maggio scorso  sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di non avvicinamento alla parte offesa, sarà processato con rito abbreviato dinanzi al Giudice Penale lametino il prossimo 4 dicembre.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Rinviata l’accesione dell’albero di piazza Duomo

Di seguito il comunicato diffuso dal Comune di Reggio Calabria: Scusandosi per il disagio, l’Amministrazione …