Home / CITTA / Catanzaro / Corruzione negli appalti – Per Oliverio erano stati chiesti i domiciliari
Sanità, Oliverio: "Situazione non più tollerabile"

Corruzione negli appalti – Per Oliverio erano stati chiesti i domiciliari

La Dda di Catanzaro aveva chiesto gli arresti domiciliari per il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio (Pd)nell’ambito dell’inchiesta anticorruzione “Lande Desolate” condotta stamani dagli uomini della Guardia di Finanza.

 

Una richiesta non accolta dal gip Pietro Care’ che invece ha disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza – San Giovanni in Fiore (Cosenza) – per il Governatore con l’accusa di abuso d’ufficio. Il particolare e’ emerso nel corso della conferenza stampa tenuta dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, e dai comandanti regionale e provinciale di Cosenza della Guardia di finanza.

Leggi qui!

Alto Jonio calabrese, biglietto unico per viaggiare su treno e autobus

Si è tenuto presso la sede dell’Assessorato alle Infrastrutture della Regione Calabria, un incontro con …