Home / CITTA / Catanzaro / Dimensionamento scolastico a Catanzaro, riunione in Provincia
Dimensionamento scolastico a Catanzaro, riunione in Provincia

Dimensionamento scolastico a Catanzaro, riunione in Provincia

“Al centro della razionalizzazione e della programmazione della rete scolastica da realizzare con il nuovo dimensionamento la Provincia di Catanzaro mette gli studenti e le loro famiglie. Questo significa pensare prima di tutto alla formazione e alle prospettive dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze che sono la classe dirigente del futuro”. E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, che questa mattina ha presieduto una partecipata riunione con i dirigenti scolastici e i sindaci dei comuni che ospitano le scuole superiori di competenza provinciale, convocata proprio con il fine di “ascoltare le esigenze, i dubbi, anche i timori e soprattutto le proposte per programmare un’offerta formativa sempre più funzionale ad una efficace azione didattico – educativa, realizzare il diritto all’apprendimento e ridurre il disagio degli studenti. Al momento nulla è deciso – ha rimarcato più volte il presidente Bruno -. Siamo qui per un confronto propositivo finalizzato ad individuare proposte condivise, nella logica di una proficua collaborazione”.
Al fianco del presidente Bruno la dirigente del settore competente, la dottoressa Rosetta Alberto, il dirigente del settore Patrimonio, architetto Pantaleone Narciso e tutti i consiglieri provinciali che saranno chiamati ad approvare la proposta di dimensionamento varata su indicazione di Comuni e organismi scolastici. Al centro, quindi, il mondo della scuola e le esigenze dei territori nell’ottica del rispetto delle esigenze degli studenti, secondo “un metodo che è stato adottato anche tre anni fa e che di fatto si è dimostrato molto positivo visto che il sistema ha retto bene fino ad oggi, rispettando l’autonomia delle scuole e la loro storia, oltre che il radicamento territoriale”. A raccogliere le istanze dei dirigenti scolastici e dei sindaci il dottor Giuseppe Mirarchi, dirigente vicario dell’Ufficio scolastico regionale.
Il presidente Bruno ha invitato i dirigenti scolastici a dare comunicazione all’Amministrazione provinciali delle esigenze strutturali dei singoli plessi scolastici (arredi in particolare) poiché con l’approvazione del bilancio di previsione, previsto per il 30 ottobre,e sulla base delle risorse stanziate nonostante le ormai consolidate ristrettezze economiche Provincia potrà venire incontro alle richieste della dirigenza scolastica intervenendo con importanti azioni strutturali per la tutela del diritto alla studio e alla sicurezza degli studenti. “Con il bilancio di previsione che approveremo nelle sedute del 23 e del 30 ottobre, la Provincia dimostra ancora di aver investito sulla sicurezza dei cittadini, stanziando fondi importanti sulla manutenzione delle strade e delle scuole – ha rimarcato Bruno -. E non era scontato. Abbiamo ereditato un Ente sano grazie alla buona amministrazione di chi ci ha preceduto, ma la legge di ridimensionamento degli Enti locali prima e la Finanziaria del 2015 dopo hanno messo in ginocchio le Province cancellandone ogni capacità di investimento. Grazie, quindi, al nostro attivismo e all’investimento di 9 milioni di euro, riusciamo a dare un minimo di risposte in questi due settori fondamentali”. Il presidente Bruno ha anticipato anche che sarà costruito un immobile da destinare a scuola nella zona del basso litorale jonico e che, in seguito all’approvazione del bilancio in attesa dei trasferimenti regionali, potranno essere anticipate le risorse da finalizzare all’assistenza ai diversamente abili nelle scuole di competenza provinciale, mentre il servizio di trasporto era partito regolarmente già dal 14 settembre scorso.
Tra gli interventi registrati – presente anche l’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Catanzaro, Nuccia Carrozza – quello della dirigente scolastica dell’IIS “Petrucci-Ferraris-Maresca” di Catanzaro, professoressa Maria Murrone; del professor Giovanni Mazzuca del liceo scientifico “Campanella” di Lamezia Terme; della dirigente del Polo scolastico di Chiaravalle “Ferraris”, professoressa Elisabetta Zaccone; della reggente del Convitto “Galluppi” di Catanzaro, professoressa Amalia Ruberto; del dirigente scolastico dell’ISS di Decollatura, professor Antonio Caligiuri; della dirigente scolastica dell’Istituto di istruzione superiore di Sersale, Rosetta Falbo; del dirigente scolastico del liceo classico di Lamezia terme “Fiorentino”, il professor Nicolantonio Cutuli; il dirigente dell’ITT “Malafarina” di Soverato, professor Domenico Servello; il professor Roberto Panzarella dell’IPSSAR “Einaudi” di Lameza Terme; la dirigente scolastica del liceo classico Galluppi di Catanzaro, professoressa Elena De Filippis; del vice sindaco di Cardinale, Katiuscia Mazza; del presidente del consiglio comunale di Catanzaro e consigliere provinciale, Marco Polimeni; del consigliere provinciale Giacomo Muraca; del sindaco di Chiaravalle, Domenico Donato; del vice sindaco di Botricello, Simone Puccio; del commissario straordinario del Comune di Decollatura, dottoressa Laua Rotundo; del sindaco di Martirano, Francesco bartolotta, e del sindaco di Girifalco, Pietrantonio Cristofaro.

Leggi qui!

Catanzaro – Interrotta l’erogazione del servizio idrico nel centro della città

È stata appena interrotta l’erogazione del servizio idrico nel centro della città. Lo ha comunicato …