Home / CITTA / Birra e sigaretta prima dell’omicidio in mezzo alla gente, si è costituito il killer
Rapina aggravata: arrestate due donne a Bagnara

Birra e sigaretta prima dell’omicidio in mezzo alla gente, si è costituito il killer

Alla fine il killer di Francesco Timpano ha deciso di costituirsi. Giuseppe Olivieri, lo scorso 12 agosto, aveva fatto irruzione in un lido e, in mezzo alla gente, aveva freddato la vittima in pieno giorno.

La pressione esercitata dall’Arma dei Carabinieri è riuscita nell’intento di mettere alle strette l’uomo che ha deciso di porre fine alla propria fuga, consentandosi spontaneamente. Si è sentito braccato e senza possibilità di evadere.

Non sono mai esistiti dubbi sull’identità del killer, tenuto conto che, al di là delle testimonianze, a fugare qualsiasi dubbio sono state le telecamere di videosorveglianza della struttura teatro dell’agguato.

Sei colpi di pistola, preceduti da una presunta tranquillità dettata dalla richiesta di un accendino a un avventore del lido per accendersi una sigaretta.

“Dammi una sigaretta ché devo ammazzare qualcuno” la frase esatta riferita ad una dele persone che affollavano la struttura.

Mezz’ora prima aveva addirittura ordinato una birra. Indossava una maglietta rossa che, ovviamente, non è passata inosservata.

Leggi qui!

La ‘ndrangheta e le scommesse on line – I NOMI dei 18 fermati calabresi

Ecco i nomi dei 18 indagati sottoposti a fermo di indiziato di delitto dalla DDA …