Il giovane “Camminatore” ossolano Micheal Zani in Calabria

sabato 19 agosto 2017
10:33

Dopo essere giunto a Pizzo, ospitato dall’associazione “Ali di Fata”, il giovane “Camminatore” ossolano Micheal Zani, ieri alle ore 8.00 in punto è partito per Tropea, dove spera di ricevere l’ospitalità ricevuta fino ad ora dal popolo calabrese.
Ricordiamo che Micheal Zani, partito da Pieve Vergonte, un paesino dellaVal d’Ossola poco distante da Domodossola, in provincia di Verbania,  è in viaggio dal 22 aprile 2017, con uno zaino da quattordici chili, un budget giornaliero di cinque euro e tanta voglia di scoprire la parte buona del Bel Paese e il variegato territorio dell’intera penisola italiana che attraversa per intero conoscendo angoli nascosti e suggestivi della costa e della montagna. «Era da un po’ di tempo che avevo in mente di fare un’esperienza del genere, ma non trovavo il coraggio, e poi c’era il lavoro. Mi ha ispirato particolarmente una mia amica – racconta Zani – che da Malpensa aveva volato fino a Palermo e poi era tornata a casa a piedi. Pochi mesi fa ho deciso di licenziarmi e ho pensato perché non fare questo viaggio adesso che ne ho la possibilità?».
Maturata la decisione, ha comunicato le sue intenzioni alla famiglia e agli amici e ha iniziato ad allenarsi per sostenere un lungo cammino. «Mia mamma era un po’ preoccupata. La mia ragazza sapeva che era una cosa che desideravo fare da tempo e mi ha consigliato di partire adesso. Quando avremo – dice Zani – una famiglia nostra, ovviamente sarà più difficile. Sono cresciuto in montagna; in previsione del viaggio ho aumentato la frequenza delle mie passeggiate. In media percorro trenta chilometri al giorno: una distanza sostenibile, la sera ho solo le spalle indolenzite a causa dello zaino».
Da un anno Zani è iscritto a Servas, un’associazione internazionale senza fini di lucro che promuove l’ospitalità e si ispira alla pace e alla non violenza. Finora, grazie a questa rete di contatti, ha sempre trovato un posto dove dormire. «Programmo il tragitto con un margine di quattro giorni».
Il giovane, attrezzato di tenda da campeggio e sacco a pelo, per quando non trova ospitalità, segue la strada costiera, raggiungerà la Sicilia la percorrerà perimetralmente. Per il percorso di ritorno verso nord, risalirà verso la Val d’Ossola, Pieve Vergonte il suo paese, percorrendo la parte adriatica. Prevede di arrivare a casa per Natale, la durata prevista per compiere l’intero percorso è di 9 mesi. Il viaggio è tutto documentato sulla sua pagina Facebook: Micheal Zani_Viking tramp.

Print Friendly


<< >>


<< >>