Ecolamp: Cosenza e Catanzaro in testa alla raccolta delle sorgenti luminose esauste in Calabria

sabato 19 agosto 2017
12:15

Ecolamp comunica i dati della raccolta di sorgenti luminose in Calabria durante il primo semestre 2017.
Ecolamp ha raccolto sul territorio italiano e avviato a corretto trattamento 1.593 tonnellate di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche). Di queste, 687 tonnellate sono RAEE del raggruppamento R4, come: apparecchiature di illuminazione, elettronica di consumo e piccoli elettrodomestici (smartphone, tablet, rasoi elettrici e molto altro) giunti a fine vita. Mentre le rimanenti 906 tonnellate sono RAEE del raggruppamento R5: sorgenti luminose come lampade fluorescenti compatte, tubi al neon e LED.

Il consorzio senza scopo di lucro ha raccolto e avviato a corretto trattamento 7 tonnellate di RAEE del raggruppamento R5 in Calabria durante il primo semestre 2017.

“Il dato relativo ai primi sei mesi dell’anno conferma un andamento positivo della raccolta a cui hanno contribuito sia i conferimenti professionali che quelli, sempre più consistenti, dei privati cittadini.” Ha commentato Fabrizio D’Amico, direttore generale di Ecolamp, auspicando per la fine dell’anno di superare le 3.000 tonnellate di RAEE del raggruppamento R4 ed R5 gestiti dal Consorzio su tutto il territorio nazionale.

In Calabria hanno contribuito in particolar modo alla raccolta nazionale operata da Ecolamp: Cosenza con più di 3 tonnellate, Catanzaro con più di una tonnellata, Vibo Valentia e Reggio Calabria, con quasi una tonnellata e Crotone, che conclude la classifica regionale con qualche centinaia di chilogrammi di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche del raggruppamento R5 raccolti nel primo semestre 2017.

Il totale della raccolta svolta in Calabria è di 7 tonnellate, il risultato qualifica la Calabria in diciassettesima posizione nella raccolta nazionale di RAEE R5 gestita da Ecolamp nei primi sei mesi del 2017.

In un’ottica di Economia Circolare, 7 tonnellate di sorgenti luminose esauste raccolte in Calabria possono essere considerate in termini di recupero di materiali, impiegabili in nuove produzioni. Nel caso dei RAEE del raggruppamento R5, come lampade fluorescenti, tubi al neon e LED, il tasso di recupero supera il 97% , di cui il vetro, da solo, rappresenta circa il 75%.

Print Friendly


<< >>


<< >>