Reggio Calabria – Il Cis presenta “Giorgione: La pittura totale e sentimento della bellezza”

domenica 18 giugno 2017
11:57

Il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, lunedì 19 giugno 2017, alle ore 16:45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria, nel contesto del ciclo “Invito alla bellezza”, promuove il dodicesimo incontro “Giorgione: La pittura totale e sentimento della bellezza”. Attraverso video proiezione relazionerà il dott. Salvatore Timpano, studioso di arte, componente del Comitato Scientifico del CIS. Giorgio da Castelfranco Veneto (1477-1510). Poche le notizie sulla sua vita. Il biografo cinquecentesco Giorgio Vasari nelle sue “Vite” dice che l’accrescitivo del nome, Giorgione, derivava “dalle fattezze della persona e dalla grandezza dell’animo” e lo descrive come amante della musica (suonava il liuto e cantava), di animo gentile e amoroso. Giorgione dipinge soprattutto per le nobili famiglie veneziane – Contarini, Vendramin – e questo spiega la scarsità di notizie sulla sua vita e, probabilmente, anche il carattere ermetico di molti suoi quadri, ancora oggi di difficile interpretazione. Forse allievo di Giovanni Bellini, studiò le opere di Antonello da Messina e, probabilmente, ebbe modo di conoscere Leonardo durante il soggiorno del Maestro sulle lagune nel 1500. Giorgione è considerato il fondatore della Pittura Veneziana del XVI secolo, nel breve tempo di 15 anni, ha creato uno stile decisamente nuovo che è stato il predellino di lancio per l’arte di Tiziano, il più grande pittore del Cinquecento Italiano. La maggior parte dei soggetti di Giorgione sono ispirati alla mitologia ed alla letteratura laica, ma il paesaggio ha sempre un ruolo importante nelle sue composizioni. Il pittore morì in giovane età, a 33 anni, probabilmente di peste.

Print Friendly