Home / CITTA / Taormina, 24 giugno si presenta Vincent in love

Taormina, 24 giugno si presenta Vincent in love

Grandi appuntamenti culturali in occasione della spettacolare mostra multimediale dedicata a Vincent Van Gogh. In occasione del lungo momento espositivo, caratterizzato da innovative proiezioni, che si terrà a Taormina dal 11 giugno al 17 settembre 2017, nelle splendide sale del Palazzo Corvaja, è prevista un’attesa anteprima dedicata ai cultori del mondo della pittura intramontabile. “Cairo Editore” partner editoriale dell’esposizione allestita su due livelli, piano terra e primo piano dell’edificio che fu sede del primo parlamento siciliano, presenterà, appunto, il romanzo intitolato “Vincent in Love. Il lavoro dell’anima”. Si tratta di un appuntamento culturale da non perdere che celebrerà la fatica letteraria della scrittrice, Giovanna Strano. È annunciata anche la presenza di critici della Giorgio Mondadori. Sarà un’occasione dove si potrà conoscere da vicino la caratura artistica del pittore olandese e dei suoi amori reconditi.

Giovanna Strano, è Dirigente Scolastico di un Istituto di Istruzione Secondaria Superiore di Siracusa a elevata complessità organizzativa, comprendente Liceo Artistico, indirizzi professionali e tecnici, è impegnata da molti anni nella formazione di figure apicali e dirigenziali della scuola, collaborando con riviste specializzate nel settore. Amante delle arti, coltiva costantemente i talenti posseduti nell’ambito musicale e nella scrittura creativa, per la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti.

“Vincent in Love – il lavoro dell’anima, Giovanna Strano, Cairo Editore, è un romanzo interiore che lega in un rapporto intimo il lettore a Vincent Van Gogh, presentato nella sua intrinseca essenza e personalità, a volte non conosciuta a fondo dal grande pubblico al quale si rivolgono le opere.
Il lavoro di elaborazione è stato supportato da ricerche scrupolose, svolte dall’autrice con profondo coinvolgimento anche nei luoghi di Vincent, nei quali si è recata personalmente in un lungo viaggio spazio-temporale ma soprattutto dell’anima.
​Il percorso è strabiliante e, dopo tanto peregrinare, riusciamo a comprendere le ragioni più intime del modo di essere, gli intendimenti e la natura dell’esistenza tanto tormentata e turbolenta. L’amore è al centro di ogni pulsione, è passionale e doloroso perché quasi costantemente contrastato ma, più di ogni altra cosa, colpisce l’uomo con il suo incessante inseguimento della verità e della libertà. Dalle riflessioni proposte nessuno di noi ne potrà uscire immutato, dovendo necessariamente riflettere sulle fondamenta del vivere sociale e dell’esistenza”.

Leggi qui!

Verso un manifesto per la cittadinanza Mediterranea. Si conclude SabirFest 2017

Si conclude SabirFest 2017 Verso un Manifesto per la Cittadinanza Mediterranea. Si conclude SabirFest2017 ma procede …