Dal rinascimento al futurismo passando dall’Art Noveau, Taormina si prepara al G7

venerdì 19 maggio 2017
17:14

Dal rinascimento al futurismo passando dall’Art Noveau. E’ questa l’offerta culturale che la città di Taormina ha preparato per il Summit Internazionale del G7. Già si sapeva dell’arrivo delle due tavole di Antonello da Messina, della tavola Lucana di Leonardo da Vinci, dell’Ecce Homo del Caravaggio, già visitabile a Palazzo Corvaja ma, con grande orgoglio, comunica Francesco Spadaro, Direttore del Museo della città di Taormina, anche Casa Cuseni ha deciso di onorare il G7 presentando il primo progetto per i  British Empire Panels di Sir Frank Brangwyn, realizzato per la Casa dei Lords di Westminster, Londra.  E’una pittura su legno, di cm 60X50 tavola, magnifica nei colori, che testimonia come Taormina era, nel 1925, anno della realizzazione dell’opera, un centro artistico di importanza internazionale. Il progetto fu, infatti, realizzato nella nostra città e l’idea di rappresentare la potenza dell’Impero Britannico con la vita nelle sue colonie venne a Robert H. Kitson dopo un viaggio in India nel 1924. In  occasione del G7, la Fondazione di Casa Cuseni, il Museo delle Belle Arti e del Grand Tour della Città di Taormina, presenterà il progetto originale realizzato per la Casa dei Lords di Westminster e il viaggio in India di Robert Hawthonr Kitson. Sapere che il progetto per la Casa dei Lords di Westminster ha preso luce e forma proprio nella nostra città è grande motivo di orgoglio. Il progetto nasceva da un acquarello e da alcuni scatti fotografici di W. Von Gloeden fatti a Taormina e da alcune foto fatte da Robert H. Kitson in nord Africa.

Questo capolavoro d’arte rimarrà in mostra sino a gennaio 2018 ma si sta già lavorando per l’acquisto definitivo dell’opera d’arte.

Dal rinascimento al futurismo passando dall’Art Noveau. E’ questa l’offerta culturale che la città di Taormina ha preparato per il Summit Internazionale del G7. Già si sapeva dell’arrivo delle due tavole di Antonello da Messina, della tavola Lucana di Leonardo da Vinci, dell’Ecce Homo del Caravaggio, già visitabile a Palazzo Corvaja ma, con grande orgoglio, comunica Francesco Spadaro, Direttore del Museo della città di Taormina, anche Casa Cuseni ha deciso di onorare il G7 presentando il primo progetto per i  British Empire Panels di Sir Frank Brangwyn, realizzato per la Casa dei Lords di Westminster, Londra.  E’una pittura su legno, di cm 60X50 tavola, magnifica nei colori, che testimonia come Taormina era, nel 1925, anno della realizzazione dell’opera, un centro artistico di importanza internazionale. Il progetto fu, infatti, realizzato nella nostra città e l’idea di rappresentare la potenza dell’Impero Britannico con la vita nelle sue colonie venne a Robert H. Kitson dopo un viaggio in India nel 1924. In  occasione del G7, la Fondazione di Casa Cuseni, il Museo delle Belle Arti e del Grand Tour della Città di Taormina, presenterà il progetto originale realizzato per la Casa dei Lords di Westminster e il viaggio in India di Robert Hawthonr Kitson. Sapere che il progetto per la Casa dei Lords di Westminster ha preso luce e forma proprio nella nostra città è grande motivo di orgoglio. Il progetto nasceva da un acquarello e da alcuni scatti fotografici di W. Von Gloeden fatti a Taormina e da alcune foto fatte da Robert H. Kitson in nord Africa.

Questo capolavoro d’arte rimarrà in mostra sino a gennaio 2018 ma si sta già lavorando per l’acquisto definitivo dell’opera d’arte.

Dal rinascimento al futurismo passando dall’Art Noveau. E’ questa l’offerta culturale che la città di Taormina ha preparato per il Summit Internazionale del G7. Già si sapeva dell’arrivo delle due tavole di Antonello da Messina, della tavola Lucana di Leonardo da Vinci, dell’Ecce Homo del Caravaggio, già visitabile a Palazzo Corvaja ma, con grande orgoglio, comunica Francesco Spadaro, Direttore del Museo della città di Taormina, anche Casa Cuseni ha deciso di onorare il G7 presentando il primo progetto per i  British Empire Panels di Sir Frank Brangwyn, realizzato per la Casa dei Lords di Westminster, Londra.  E’una pittura su legno, di cm 60X50 tavola, magnifica nei colori, che testimonia come Taormina era, nel 1925, anno della realizzazione dell’opera, un centro artistico di importanza internazionale. Il progetto fu, infatti, realizzato nella nostra città e l’idea di rappresentare la potenza dell’Impero Britannico con la vita nelle sue colonie venne a Robert H. Kitson dopo un viaggio in India nel 1924. In  occasione del G7, la Fondazione di Casa Cuseni, il Museo delle Belle Arti e del Grand Tour della Città di Taormina, presenterà il progetto originale realizzato per la Casa dei Lords di Westminster e il viaggio in India di Robert Hawthonr Kitson. Sapere che il progetto per la Casa dei Lords di Westminster ha preso luce e forma proprio nella nostra città è grande motivo di orgoglio. Il progetto nasceva da un acquarello e da alcuni scatti fotografici di W. Von Gloeden fatti a Taormina e da alcune foto fatte da Robert H. Kitson in nord Africa.

Questo capolavoro d’arte rimarrà in mostra sino a gennaio 2018 ma si sta già lavorando per l’acquisto definitivo dell’opera d’arte.

Dal rinascimento al futurismo passando dall’Art Noveau. E’ questa l’offerta culturale che la città di Taormina ha preparato per il Summit Internazionale del G7. Già si sapeva dell’arrivo delle due tavole di Antonello da Messina, della tavola Lucana di Leonardo da Vinci, dell’Ecce Homo del Caravaggio, già visitabile a Palazzo Corvaja ma, con grande orgoglio, comunica Francesco Spadaro, Direttore del Museo della città di Taormina, anche Casa Cuseni ha deciso di onorare il G7 presentando il primo progetto per i  British Empire Panels di Sir Frank Brangwyn, realizzato per la Casa dei Lords di Westminster, Londra.  E’una pittura su legno, di cm 60X50 tavola, magnifica nei colori, che testimonia come Taormina era, nel 1925, anno della realizzazione dell’opera, un centro artistico di importanza internazionale. Il progetto fu, infatti, realizzato nella nostra città e l’idea di rappresentare la potenza dell’Impero Britannico con la vita nelle sue colonie venne a Robert H. Kitson dopo un viaggio in India nel 1924. In  occasione del G7, la Fondazione di Casa Cuseni, il Museo delle Belle Arti e del Grand Tour della Città di Taormina, presenterà il progetto originale realizzato per la Casa dei Lords di Westminster e il viaggio in India di Robert Hawthonr Kitson. Sapere che il progetto per la Casa dei Lords di Westminster ha preso luce e forma proprio nella nostra città è grande motivo di orgoglio. Il progetto nasceva da un acquarello e da alcuni scatti fotografici di W. Von Gloeden fatti a Taormina e da alcune foto fatte da Robert H. Kitson in nord Africa.

Questo capolavoro d’arte rimarrà in mostra sino a gennaio 2018 ma si sta già lavorando per l’acquisto definitivo dell’opera d’arte.

Print Friendly