Catanzaro – Consegnate 4 nuove moto alla Polizia locale

giovedì 13 aprile 2017
16:33

Sono state consegnate questa mattina al Comando di Polizia locale, guidato dal generale Antonio Salerno, quattro nuove motociclette che andranno a integrare il parco automezzi del Corpo. E’ stato il vice comandante dei vigili, Amedeo Cardamone, a ricevere i nuovi mezzi consegnati dai rappresentanti della concessionaria Honda Passarelli di Catanzaro.
Si tratta di quattro moto Honda NC750X progettate ad “uso esclusivo Polizia” e allestite con gli equipaggiamenti idonei per i servizi di competenza della Polizia municipale e per il pronto intervento su strada. I nuovi mezzi sono stati acquistati (tramite procedura Mepa, il mercato elettronico della pubblica amministrazione) nell’ambito di un programma di efficientamento del parco veicoli della Polizia locale e sostituiranno alcuni veicoli ormai vetusti al fine di continuare a garantire il migliore standard quantitativo e qualitativo dei servizi svolti dagli agenti di Polizia.
“Lo sforzo compiuto dall’Amministrazione comunale – ha commentato il sindaco Sergio Abramo – serve a dotare la Polizia municipale degli strumenti adeguati a svolgere il proprio servizio in sicurezza ed efficienza. Sono stati infatti stanziati altri fondi per ammodernare il parco veicoli del Corpo. Infatti, oltre alle quattro nuove moto, aderendo alle Convenzioni Consip sono state recentemente acquistate anche quattro Alfa Romeo Giulietta e prese a noleggio, inoltre, cinque Fiat Panda. L’amministrazione e il Comando sono anche intervenuti per far fronte alla forte carenza in organico. Questo impegno ci permetterà di assumere due agenti con contratto part-time attingendo dalla graduatoria del concorso svoltosi nel 2014. Le due nuove figure andranno ad aggiungersi ai nove agenti già transitati dalla Polizia Provinciale. Ci auguriamo – ha concluso Abramo – che alla luce del nuovo decreto del Governo sulla sicurezza delle periferie della città si possa incrementare ancora la dotazione della nostra Polizia locale, strumento indispensabile per il presidio del territorio”.

Print Friendly