Home / CITTA / Reggio – Ripepi sull’aeroporto: “Chi è d’accordo col bando Enac è un traditore della città”

Reggio – Ripepi sull’aeroporto: “Chi è d’accordo col bando Enac è un traditore della città”

di Grazia Candido – “Si compie una strategia devastante per la nostra città e noi, due anni fa, abbiamo denunciato in maniera molto forte e decisa questa operazione che sta uccidendo Reggio Calabria”.
Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Massimo Ripepi questa mattina, a palazzo San Giorgio durante un incontro con la stampa dal titolo “Aeroporto dello Stretto: la congiura dei mediocri”, ha nuovamente ritirato in ballo l’aeroporto dello Stretto spronando i reggini ad “unirsi in questa battaglia per tutelare una preziosa infrastruttura cittadina”.
“Chi è d’accordo col bando farsa dell’Enac che prevede la gestione unica degli aeroporti calabresi, secondo noi, è un traditore di Reggio Calabria – tuona subito il consigliere Ripepi – Noi non siamo d’accordo alla Società unica cosa che, invece, piace al Sindaco Falcomatà visto che lo ha dichiarato in Consiglio Comunale. La società unica non risolverà il problema ma sarà invece, l’inizio della fine. Con la conferenza di oggi, vogliamo dire ai nostri concittadini di svegliarsi perché l’aeroporto dello Stretto lo stanno distruggendo i traditori di Reggio Calabria”.
Il consigliere comunale è un fiume in piena e non ha particolarmente “digerito” la “difesa in prefettura a Reggio Calabria del sottosegretario Dorina Bianchi che, giustamente dovrebbe difendere il suo di territorio, e non mettere bocca su questioni che nemmeno conosce e sulle quali invece, sarebbero dovuti intervenire deputati e senatori di Reggio”.
Poi torna sul bando unico con il quale, secondo Ripepi, “si salva Crotone e Lamezia diventerà uno dei più grandi aeroporti del Meridione mentre quello di Reggio Calabria è morto. Questo bando era stato giustamente annullato dal Tar perché era un bando farsa e solo qualche giorno dopo, la società di gestione di Crotone rinuncia al ricorso”.
“E i nostri politici reggini che fanno? – si domanda Ripepi – Il sindaco ovviamente, è il principale responsabile di questa situazione ma è troppo impegnato in altre cose più importanti tipo il carnevale, il Consiglio comunale dei bambini o scrivere le lettere di sostegno a Renzi. Nel frattempo, il Tito Minniti sta morendo. Oltre a denunciare ciò, faremo democraticamente tutto il possibile per far capire ai reggini che morendo la struttura più importante del territorio, muore tutta la città. C’è un complotto che noi abbiamo chiamato dei mediocri perché non ci vuole molto a capire la strategia devastante che vogliono attuare. Il nostro territorio – continua il consigliere comunale – deve essere difeso dai politici reggini e oggi, vogliamo sapere i nomi e la posizione che assumono tutti i politici, i deputati, i senatori e i consiglieri regionali per quanto riguarda la Società unica di gestione. Ribadiamo, noi non siamo d’accordo e combatteremo perché ci deve essere assolutamente una società pubblica-privata fatta dalle due Città metropolitane che devono essere portavoce con le Camere di commercio, con le due Confindustria e con quei motori economici necessari per implementare l’Area dello Stretto perché è strategica per il Paese. Il sindaco dice che il Governo ci appoggia e in realtà, ci stanno ammazzando. Sappiamo che i cittadini hanno problemi gravissimi visto la profonda crisi economica ma abbiamo bisogno di loro affinchè la speranza non si perda. Stanno svuotando gli organi di un corpo della Città metropolitana che avrebbe rilanciato il nostro territorio, un rilancio che sarebbe avvenuto con la sinergia di Messina”.
E poi l’ultima frecciata il consigliere comunale non poteva che darla al rapporto “fraterno” dei due sindaci dell’Area dello Stretto: “Non si vedono mai – postilla Ripepi – Possiamo sapere che cosa stanno facendo realmente per incrementare l’Area? A cosa servono i tavoli interistituzionali se poi persiste l’assenza totale della componente pubblica? In tutto questo, una cosa è certa: la città sta sprofondando”.

Leggi qui!

'Ndrangheta, operazione All Inside: arrestato Giuseppe Filardo

‘Ndrangheta, operazione All Inside: arrestato Giuseppe Filardo (FOTO)

‘Ndrangheta, operazione All Inside: arrestato Giuseppe Filardo. I militari della Tenenza Carabinieri di Rosarno hanno …