Home / CITTA / Consegna del servizio di redazione dello Studio di Fattibilità del Nuovo Ospedale di Cosenza

Consegna del servizio di redazione dello Studio di Fattibilità del Nuovo Ospedale di Cosenza

Il Dirigente Regionale del Settore “Opere Pubbliche a Titolarità Regionale ed Edilizia Sanitaria” del Dipartimento “Infrastrutture, LL.PP., Mobilità”, Pasquale Gidaro, in qualità di Responsabile del Procedimento, ha reso noto che nel pomeriggio di ieri è stata effettuata, con proprio Ordine di Servizio, la consegna del servizio di redazione dello Studio di Fattibilità del Nuovo Ospedale di Cosenza, all’affidatario, RTI STEAM S.r.l. (Capogruppo/Mandataria) – PINEARQ S.l.p. – Ing. Domenico Amendola – Dott. Geol. Carlo Lappano. Alla presenza del Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, Achille Gentile, e dello staff tecnico-sanitario dell’Azienda, è stato illustrato all’esecutore il documento di indirizzo, che individua gli obiettivi ed i contenuti dello studio di fattibilità, che dovrà essere sviluppato in linea con le previsioni del DPR 207/2010 e secondo le buone prassi definite dalle linee guida sviluppate dall’ANAC e da ITACA.

“La Regione Calabria mantiene fede agli impegni presi – ha affermato il presidente della Regione Oliverio -; la redazione dello studio di fattibilità del Nuovo Ospedale di Cosenza è ufficialmente iniziato. Dopo anni di “buone intenzioni”, questa amministrazione ha dato concretezza al percorso di realizzazione del Nuovo Ospedale. La Regione e l’Azienda Ospedaliera di Cosenza hanno messo a fattor comune il bagaglio di competenze e di professionalità a propria disposizione, stringendo le fila di una collaborazione che ha solo iniziato a dare i frutti delle proprie potenzialità”.

Lo studio – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale – dovrà essere composto da una relazione illustrativa generale, una relazione tecnica, una relazione tecnico-economica, una relazione di sintesi dei risultati, corredati di un corposa serie di elaborati grafici, nei quali saranno riepilogati e confrontati tutti i dati tecnici ed economico-finanziari delle soluzioni progettuali alternative prese in esame e non escluse in termini di fattibilità, al fine di consentire all’Amministrazione di valutare per quale proposta procedere allo sviluppo dei successivi livelli progettuali.

Per ciascuna delle alternative progettuali, lo studio dovrà fornire elementi in ordine all’inquadramento territoriale e socio-economico per l’analisi dello stato di fatto, all’analisi della domanda e dell’offerta sanitaria attuale e di previsione, all’analisi delle alternative progettuali ed allo studio dell’impatto ambientale.

Riguardo agli aspetti di carattere tecnico, lo studio dovrà anche definire, per ciascuna alternativa indagata, le caratteristiche funzionali e tecniche dei lavori da realizzare, indicare i requisiti dell’opera da progettare, illustrare le caratteristiche ed i collegamenti con il contesto nel quale l’intervento si inserisce, individuare le misure idonee a salvaguardare la tutela ambientale ed i valori culturali e paesaggistici, effettuare l’analisi delle tecniche costruttive e indicare le norme tecniche da applicare, definire il cronoprogramma di massima dei lavori e quantificare la stima sommaria dell’intervento.

Riguardo agli aspetti di carattere economico-finanziario, lo studio dovrà invece contenere l’analisi della fattibilità finanziaria (piano economico finanziario) e della fattibilità economico sociale (analisi costi benefici) di ciascuna soluzione non esclusa in base alle precedenti analisi e definire un appropriato schema di sistema tariffario.

L’Affidatario si è impegnato a supportare la Regione Calabria e l’Azienda Ospedaliera nell’attività di divulgazione dei risultati intermedi e finali dello studio di fattibilità, attraverso lo sviluppo di tavole tematiche, di report delle informazioni di specifico interesse per i processi decisionali, di rendering tridimensionali, nonché di specifiche presentazioni.

Il termine stabilito per la consegna dello Studio di fattibilità è fissato in 120 (centoventi) giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale di consegna del servizio e pertanto al 16/6/2017.

Il RUP ha invitato l’Esecutore al rispetto della tempistica delle fasi intermedie di esecuzione, per come riportate nel cronoprogramma contrattuale, al fine di poter rispettare i tempi complessivamente stabiliti per l’approvazione dello studio di fattibilità ed ha richiesto la trasmissione, entro il termine di 7 giorni dalla consegna, di un dettagliato Piano delle Attività, per tutto l’arco temporale di svolgimento del servizio.

Ai fini dell’acquisizione della documentazione tecnico-sanitaria disponibile e dello svolgimento di una campagna di sopralluoghi sui siti di interesse, l’Affidatario si è impegnato a concordare con la Regione Calabria e la Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza un programma di incontri, a partire dalla metà della prossima settimana.

Leggi qui!

marisa-chiurco-corigliano

Minori: Marisa Chiurco referente dell’osservatorio regionale

Istituzione dell’osservatorio regionale per i minori, dopo l’incarico nazionale arriva per l’assessore alle politiche sociali …