Centrale a carbone – Legambiente chiede ora la riqualificazione dell’area

martedì 29 novembre 2016
16:30

Dopo anni di battaglie si è messa finalmente la parola fine ad una vicenda che ha visto una mobilitazione massiccia da parte dei cittadini e del mondo associativo che, attraverso anche il Coordinamento No Carbone, si sono battuti per contrastare la realizzazione della centrale a carbone a Saline Joniche. Legambiente Calabria ha portato avanti una dura lotta attraverso il Circolo locale di Reggio Calabria, sempre in prima linea in difesa del territorio e per la salute dei cittadini.

L’archiviazione del procedimento da parte del Ministero gratifica le attività svolte e stimola al raggiungimento di altre ed importanti battaglie che l’Associazione ambientalista persegue con entusiasmo ed ottimismo perché fiduciosa del lavoro della magistratura e delle Istituzioni.

La presidente del circolo di Reggio Calabria Nicoletta Palladino ed il presidente di Legambiente Calabria Francesco Falcone chiedono ora che “si proceda subito alla riqualificazione dell’area”.

Print Friendly