• Home / CALABRIA / Comunali 2016 – Affluenza definitiva: Calabria al 64,5%

    Comunali 2016 – Affluenza definitiva: Calabria al 64,5%

    Dati affluenza definitivi – Alle 23, ora di chiusura delle urne in Calabria ha votato circa il 64,5%. Il dato è in leggero calo rispetto a quello delle amministrative 2011, quando aveva votato il 67,09% degli avanti diritto.  La provincia più con maggiore affluenza si conferma Crotone, con il 69,60% poco al di sotto del 2011 quando al voto si era recato il 72,99%. Seguono Cosenza con il 64,5% rispetto al 67,5, Catanzaro (61,12% contro il 64,51 del 2011), Reggio Calabria (57,18%, nel 2011 era stato il 59,35) e Vibo Valentia (circa il 56,18 contro 60,44%).
    Nella città di Cosenza la percentuale definitiva dei votanti è del 72,32%, mentre nel 2011 era stata del 73,25%. Hanno votato 42.310 cosentini. A Crotone ha votato il 71,18% degli aventi diritto (75,37% nel 2011).

    Comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti (Possibilità del ballottaggio): Cassano allo Ionio 67,44%, Cirò Marina 67,36% e Rossano 70,81%.

    ore 19 – Il 48,80% dei calabresi ha votato per le elezioni amministrative alle 19. È il secondo dei rilevamenti per l’affluenza nella giornata.

    Complessivamente sono 432.969 i calabresi chiamati al voto per le comunali di oggi che interessano 88 Enti, tra i quali due capoluoghi di provincia (Cosenza e Crotone), 3 comuni con più di 15 mila abitanti (Cassano, Rossano e Cirò Marina) e 84 con un numero inferiore di abitanti. Si vota in 22 comuni del catanzarese, 37 del cosentino, 5 del crotonese, 14 del reggino e 10 del vibonese.

    E’ stata del 54,60% l’affluenza alle urne rilevata alle 19 a Cosenza, dove si vota per il sindaco e per il consiglio comunale. Nelle precedenti omologhe si votò in due giorni. In quella occasione, alle 19 di domenica, con i seggi che, appunto, chiudevano il lunedì, l’affluenza fu del 38,02%.

    E’ stata del 54,16% l’affluenza alle urne rilevata alle 19 a Crotone, dove si vota per il sindaco e per il consiglio comunale. Nelle precedenti omologhe si votò in due giorni. In quella occasione, alle 19 di domenica, con i seggi che, appunto, chiudevano il lunedì, l’affluenza fu del 32,75%.