Home / CALABRIA / Russo: “Tra un mese pronto il Piano dei Trasporti. Lavoriamo per l’Alta Velocità”

Russo: “Tra un mese pronto il Piano dei Trasporti. Lavoriamo per l’Alta Velocità”

Sono in tanti a considerare il raddoppio del canale di Suez come uno degli elementi favorevoli allo sviluppo del Porto di Gioia Tauro, ma l’assessore regionale Francesco Russo, smorza gli entusiasmi. “In realtà, spiega, questo influisce minimamente perche l’offerta dei porti del mediterraneo è comunque molto superiore anche al maggiore flusso del 35/40% di container e quindi della domanda. La competizione sarà fortissima ugualmente per attirare scarico di contenitori”. Ed è proprio qui che entrano in ballo le competenze del governo nazionale, che per dare competitività al porto, deve sostenerlo  adeguatamente. “Noi abbiamo chiesto risorse nel Patto per la Calabria e auspichiamo che ci vengano confermate, perché gli investimenti infrastrutturali dentro il porto vanno fatti. Bisogna sistemare i dragaggi, potenziare e approfondire le banchine, fare il canale dragato all’interno del porto, tutte azioni di tipo infrastrutturale a cui deve provvedere lo Stato come prevede la legge. Tutto questo deve essere inserito nel Patto per la Calabria e nel PON”. Cose necessarie che, però, nei precedenti 20 anni non sono state messe in atto, mentre in sei mesi, da quando Russo si è insediato come assessore, sono state perlomeno avviate. In questo momento Russo ha anche la delega per il PRT, il piano regionale dei trasporti che la Calabria attende da 20 anni. “Fino ad oggi si è cercato disperatamente di recuperare il passato. Ma le cose sono cambiate perché, in realtà, noi adesso  stiamo cercando di anticipare il futuro. Io ho costatato un grande recupero di credibilità da parte della Calabria a Roma. Il problema non è tanto se Roma ascolta o meno, ma è l’ atteggiamento con il quale ci proponiamo. Non ha senso andare lì a fare i questuanti. Adesso ci proponiamo come parte attiva delle scelte del governo, portiamo progetti, abbiamo cose da dire e da condividere. La Calabria è una chance per il sistema paese, questo è certo. Siamo partner del Governo nella specificazione del Ferrobonus che noi già avevamo anticipato al governo. Il ferro bonus è passato in legge di Stabilità e il governo si è rivolto a noi per primi, perché avevamo già pronto il lavoro. La Calabria sarà dunque partner privilegiato”. Questo, a parere dell’assessore Russo, vuol dire credibilità, che si estende anche al tema del piano regionale dei trasporti.  “Cosi come lo stiamo scrivendo, contiene il 25/30% di azioni contenute anche nel  piano nazionale uscito ad agosto 2015. Si tratta di un piano con 4 obiettivi giganteschi per la Calabria, da perseguire attraverso 10 macro obbiettivi. Uno di questi riguarda solo ed esclusivamente il porto di Gioia Tauro a dimostrazione di quanto sia importante”. Da qui ad un mese, assicura Russo, il piano sarà presentato e sarà destinato a cambiare la condizione della Calabria. Nessuna resa neppure sul tema dell’alta velocità fino in Sicilia. Russo non demorde e dice: “Banalmente io penso che si debba fare. Stiamo lavorando e andremo a Roma con una proposta. Il Ministro è d’accordo a fare lo Studio di Fattibilità”. Tornando al porto di Gioia Tauro e sempre a proposito di tratte ferroviarie, Russo dà grande valore ai lavori per la realizzazione dell’hub ferroviario di servizio al porto. “Su questo e su altri assi stiamo pesantemente lavorando e abbiamo avuto assicurazioni dal Ministro che a gennaio 2017 avremo la sistemazione di tutti gli assi da Gioia Tauro fino a Bologna con gallerie a sagoma PC45 (che sarebbe quella che consente ai container marini che viaggiano su linea ferrata di passarvi all’interno). Stanno sistemando tutte le gallerie della linea adriatica. Noi arriveremo a Bologna con questo percorso ed è più conveniente perché l’Adriatica è meno trafficata, ci sono minori pendenze, va benissimo per il traffico merci. Entro un altro anno, massimo due,  tutte le gallerie passeranno addirittura dalla sagoma PC45 a quella PC70 o PC80 cioè ancora più alte. Al momento invece in alcune gallerie abbiamo sagoma PC32, cioè più bassa di quei 13 cm che non consentono di far passare i container”.

Marina Malara

Leggi qui!

Giancarlo Giannini ospite d’onore della Varia di Palmi 2019

Giancarlo Giannini ospite d’onore della Varia di Palmi 2019. Il noto attore italiano, il prossimo …