Home / CITTA / ‘Ndrangheta – Operazione “Antibes” contro cosca Franco (I NOMI)

‘Ndrangheta – Operazione “Antibes” contro cosca Franco (I NOMI)

Gli investigatori della locale Squadra Mobile e dell’aliquota della Polizia di Stato della Sezione di Polizia Giudiziaria, a conclusione delle indagini coordinate dalla Dda di Reggio Calabria, hanno eseguito 16 fermi di indiziato di delitto nei confronti dei seguenti soggetti aderenti o contigui alla locale di ‘ndrangheta della frazione Pellaro di Reggio Calabria:

1) Paolo Franco, nato a Reggio Calabria il 26.05.1979, per associazione mafiosa;
2) Vincenzo Ciccù, nato a Reggio Calabria il 31.10.1963, per associazione mafiosa;
3) Cosmo Montalto, nato a Reggio Calabria il 28.12.1971, per associazione mafiosa;
4) Nicola Domenico Dascola, nato a Reggio Calabria il 19.04.1970, per associazione mafiosa;
5) Alessandro Pavone, nato a Reggio Calabria il 09.08.1978, per associazione mafiosa;
6) Alfredo Dattola, nato a Reggio Calabria il 21.05.1952, per associazione mafiosa;
7) Filippo Oliva, nato a Reggio Calabria il 12.01.1953, per associazione mafiosa;
8) Giuseppe Oliva, nato a Reggio Calabria il 9.01.1949, per associazione mafiosa;
9) Antonio Giuseppe Franco, nato a Reggio Calabria l’11.07.1944, per associazione mafiosa;
10) Natale Cozzupoli, nato a Reggio Calabria il 19.05.1945, per associazione mafiosa;
11) Francesco Cozzupoli, nato a Reggio Calabria il 24.07.1946, per associazione mafiosa;
12) Fortunato Pavone, nato a Reggio Calabria il 3.02.1941, per associazione mafiosa;
13) Antonino Ambrogio, nato a Montebello Jonico (RC) il 19.02.1975, per procurata inosservanza di pena ed estorsione (consumata e tentata) aggravate dalle modalità mafiose;
14) Domenico Ambrogio, nato a Montebello Jonico (RC) il 28.01.1974, per tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose;
15) Davide Ambrogio, nato a Melito Porto Salvo (RC) il 22.08.1978, per tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose;
16) Demetrio Ambrogio, nato a Montebello Jonico (RC) il 13.03.1973, per estorsione aggravata dalle modalità mafiose.

I fermi nei confronti dei primi 12 soggetti sono stati eseguiti dalla Squadra Mobile, gli altri dall’aliquota della Polizia di Stato della Sezione di Polizia Giudiziaria.

Leggi qui!

Rifiuti, Dieni: “Nel Reggino situazione d’emergenza”

«Voglio rassicurare il sindaco e l’assessore all’Ambiente di Villa San Giovanni: io continuo a lavorare …