Home / CALABRIA / Il “calabrese” Mauricio Macri è il nuovo presidente dell’Argentina

Il “calabrese” Mauricio Macri è il nuovo presidente dell’Argentina

Il “calabrese” Mauricio Macri ha vinto lo storico ballottaggio di oggi in Argentina ed è il nuovo presidente della nazione Sudamericana. Lo afferma la rete tv c5n, poco dopo la chiusura delle urne ricordando che il leader della coalizione di centro-destra ‘Cambiemos’ ha battuto il candidato peronista Daniel Scioli. Anche altri media danno lo stesso risultato. Macri assumerà la presidenza dell’Argentina il prossimo 10 dicembre.

Cinquantenne, ingegnere civile e imprenditore, è stato rieletto nel 2011 sindaco di Buenos Aires con il 64,3% di preferenze al ballottaggio. Già al primo turno delle amministrative, Macri, sindaco uscente, raccoglie il 47,1%   dei consensi contro il 28% del peronista Daniel Filmus e il 13% del candidato di sinistra Fernando Solanas. La Presidente Cristina Fernandez ha perfino telefonato al riconfermato primo cittadino per complimentarsi dell’ottimo risultato. Ringraziandola per l’iniziativa, Macri aveva già annunciato all’epoca che puntava egli stesso alle presidenziali del 2015.

Mauricio Macri è originario della provincia di Reggio Calabria. Giorgio, il capostipite della famiglia, arriva a Buenos Aires nel 1949, con i due figli ancora adolescenti Franco e Antonio, nati a Roma. Porta in Argentina un cognome molto diffuso sulla costa ionica reggina, Macrì, al quale poi, in spagnolo, viene tolto l’accento finale. Nati come costruttori, i Macri ebbero grande successo negli anni Ottanta, quando la loro Sevel ottenne da Fiat e Peugeot la licenza per costruire e vendere automobili delle due case in Argentina. Subito dopo la chiusura dei seggi nel bunker di ‘Cambiemos’, allestito nel centro ‘Costa Salguero’ a Buenos Aires, sulla scia dei sondaggi e degli exit poll che danno un distacco consistente è scattato un clima di festa. I simpatizzanti del ‘macrismo’ saltano, ballano e urlano ‘Mauricio presidente’. Macri dovrebbe intervenire tra un paio d’ore. Diverso invece il clima nel quartier generale di Scioli, l’hotel ‘Nh Bolivar’, dove al momento c’è poca gente. Il candidato peronista interverrà, affermano i suoi collaboratori, nel corso della serata.

Leggi anche
Regione – Presidente del Consiglio, Nicola Irto, augura buon lavoro al neo presidente dell’Argentina

Leggi qui!

Cassano allo Ionio, l’ex sindaco Papasso è candidabile

Gianni Papasso, ex sindaco di Cassano Ionio, comune del Cosentino commissariato per infiltrazioni mafiose, e’ …