Home / CITTA / Rizziconi, Premio Elmo tra arte, cultura e prestigio
premio elmo

Rizziconi, Premio Elmo tra arte, cultura e prestigio

Un momento in cui arte, prestigio, e cultura esibiscono il loro incontro? non possiamo che parlare del Premio Elmo, momento culminante di una serie di incontri che si districano nella cosiddetta Settimana Dell’Arte a Rizziconi, arrivata quest’anno alla sua IV edizione che va in scena dall’28 al 31 luglio per le vie centrali del paese. Evento organizzato da una Associazione altrettanto cultural-artistica come quella di “Piazza Dalì” avente al timone il Presidente Gianmarco Pulimeni e con il patrocinio del Comune di Rizziconi e della Regione Calabria e della collaborazione di altre realtà associazionistiche, “Sefora Cardone Onlus” di Potenza, “Arte e Cultura a Taormina” e Auser territoriale di Gioia Tauro.

Massimo Maugeri dietro le quinte a tu’ per tu’ ci racconta: ” – è stato una sorpresa per me questo premio, e sono sicuro che avrà un susseguio di edizioni” – racconta della sua esperienza letteraria, nata in italia e diffusa all’estero, arrivando anche in australia per la registrazione di puntate su Pirandello, sugli sdoppiamenti della personalità attraversando la letteratura del novecento. Cosa mette in rilievo di Pirandello? la dicotomia tra il sorriso e la lacrima e la sua mitologia drammaturgica.

La cerimonia di premiazione ambientata in piazza G.Marconi, usando come sfondo la suggestiva fontana centrale, si apre all’insegna della cultura con la presentratrice Marina Malara. I premi vengono consegnati per la categoria artisti: Giovanni Longo, che ritirando il premio fa un breve excursus sulla sua passione di assemblare vari pezzi di legno di natura ossea da cui estrapolare una diversa visione delle cose; si prosegue con Giuseppe Lo Schiavo che ritirando il premio, l’architetto ci tiene a sottolineare l’importanza dell’innovazione che noi giovani dobbiamo lanciare con coraggio e dedizione; per la categoria fondazioni-associazioni: La zattera dell’arte che raccoglie l’eredità culturale cedutagli dall’Associazione Milani di Messina, diretta da Ninni Panzera il quale ritirando il premio chiarisce l’importanza dell’arte e della cultura come ancora di salvezza, speciale pertinenza del nome dell’associazione ovvero “zattera”; per il Museo del presente di Rende Gianluca Covello, il quale lancia la riflessione sull’importanza della cultura passata che deve guardare al futuro, poichè senza storia non c’è costruzione del futuro; per la categoria scrittori-giornalisti: Paride Leporace, per il quale, data la sua assenza, ritira il premio Rino Cardone presidente dell’Associazione Sefora Onlus; Massimo Maugeri scrittore siciliano che si dimostra contento ed emozionato per la consegna del premio di ordinaria cultura; per i premi speciali:Angelo De Luca vincitore del concorso giovani reporter, che ritirando il premio racconta la difficoltà con cui si riceve la realtà raccontata, perchè talvolta cruda ma pur sempre vera; infine Dijana Pavlovic assente alla consegna del premio da parte di Andrea Naso, regista ed attore teatrale. La serata si conclude con la consegna delle targhe da parte di Gianmarco Pulimeni presidente dell’associazione Piazza Dalì di Rizziconi, nonchè organizzatore dell’evento, a Rino Cardone presidente Associazione Sefora Onlus ed a Maria Teresa Papale, presidente Associazione Arte e Cultura a Taormina, ed alla moglie che ritira la “targa alla memoria” da parte dell’Associazione Piazza Dalì al marito scomparso, il medico nonchè illustre concittadino Antonino Di Certo, suscitando una breve commozione della stessa moglie e della platea circostante che chiude il sipario, lasciando un velo di riflessione assieme alle emozioni.

Leggi qui!

Mala depurazione, Bombardieri: “Indagati i sindaci in carica dal 2011 ad oggi”

di Grazia Candido – “Risultano indagati 53 soggetti tra cui dirigenti e funzionari delle società …