• Home / CITTA / Catanzaro / ELEZIONI: LA VOCE DEI PROTAGONISTI – Lamezia, Paolo Mascaro
    Lamezia Terme, contro scioglimento ricorso al Tar

    ELEZIONI: LA VOCE DEI PROTAGONISTI – Lamezia, Paolo Mascaro

    “Il risultato del voto è molto chiaro”. Esordisce così Paolo Mascaro, candidato a sindaco di Lamezia Terme città in provincia di Catanzaro, la più popolosa al voto. Mascaro è stato il candidato più votato nel comune catanzarese. La sua coalizione la più sostenuta con circa il 41%, ma questo non è stato sufficiente per decretarlo sindaco di Lamezia. Nonostante questo dato, però, Mascaro è convinto che “l’elettorato lametino abbia ritenuto di punire il centrosinistra che ha governato negli ultimi 10 anni”.

    “Molto meno di un lametino su 3 – sottolinea Mascaro – anzi un lametino su 4, ha ritenuto di confermare fiducia a Sonni sebbene il centrosinistra si presentasse unito e compatto. Gli ultimi dati in mio possesso mi danno una percentuale del 26% circa, quindi clamorosa bocciatura dell’elettorato”.

    Alla domanda su quanto abbia contato la divisione dei moderati fra i motivi del probabile ballottaggio, risponde. “Per quanto riguarda il mondo moderato alternativo alla sinistra di governo, sicuramente la presenza di più candidati di quell’area culturale ha provocato una frammentazione del voto, sebbene anche lì l’elettorato in maniera chiarissima ha indicato chi era il candidato che più degli altri doveva rappresentare il centrodestra in questa tornata elettorale. Quanto al centrosinistra si sono presentati con l’orgoglio della compattezza e nonostante tutto si sono fermati al 25% circa”.

    Sonni presenterà in caso di ballottaggio prima del voto la sua giunta all’elettorato, lei? “Ho già detto che nominerà la giunta entro 7 giorni da quando sarò nominato sindaco. Non nomino assessori virtuali sulla carta che poi restano assessori in una dichiarazione senza esplicitare il loro mandato, quindi io il 22 giugno alle ore 9 nominerò la Giunta”.