• Home / CITTA / Giovane boss uccise la madre: ecco i motivi dell’omicidio di ‘ndrangheta

    Giovane boss uccise la madre: ecco i motivi dell’omicidio di ‘ndrangheta

    Punita perché intratteneva una relazione con il boss di un clan avverso. Per questo motivo Francesca Bellocco è stata uccisa. A guidare i sicari proprio il figlio Francesco Barone, a cui oggi è stata notificata in carcere un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip  di Reggio Calabria. Ad eseguirla congiuntamente Polizia e Carabinieri.

    Secondo le indagini, coordinate dalla Dda, Barone, dopo aver scoperto che la madre, Francesca Bellocco, aveva una relazione con il boss Domenico Cacciola, alla testa di un commando di sicari l’avrebbe uccisa e ne avrebbe occultato il cadavere.

    I fatti risalgono al 2013 quando scomparve, contestualmente, anche lo stesso Cacciola. Da quanto ricostruito dalle indagini, l’omicidio sarebbe stata la “punizione” per la donna imposta dalle regole arcaiche della ‘ndrangheta.

    Francesca Bellocco e Domenico Cacciola avevano una relazione da tempo, poi interrotta, ma mai finita veramente. Proprio questo motivo Barone, dopo averli sorpresi insieme, avrebbe deciso di lavare l’onta con il sangue della sua stessa madre.