Home / CITTA / Spari al congresso di Magistratura Democratica: Bortolotti non risponde alle domande degli inquirenti
suzuki_bortolotti

Spari al congresso di Magistratura Democratica: Bortolotti non risponde alle domande degli inquirenti

di Stefano Perri – Si è avvalso della facoltà di non rispondere Fausto Bortolotti, il 61enne bergamasco residente a Latte, piccola frazione di Ventimiglia, che ha sparato in aria due colpi di pistola proprio di fronte al Teatro Cilea di Reggio Calabria, dove era in corso di svolgimento il congresso di Magistratura Democratica.

Dopo l’arresto l’uomo è stato immediatamente trasportato presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria dove è stato interrogato dai tre Procuratori aggiunti della Dda Nicola Gratteri, Ottavio Sferlazza e Gaetano Paci.

Al primo contatto con i magistrati inquirenti l’uomo è apparso da subito in uno stato visibilmente alterato. Probabilmente aveva bevuto prima di mettersi alla guida della sua Suzuki rossa, a bordo della quale pare abbia dormito negli ultimi giorni, e dirigersi verso la sede del congresso di Magistratura Democratica dove ha poi esploso i due colpi di pistola in aria, scatenando l’allarme dell’imponente macchina di sicurezza presente in città al seguito dei magistrati intervenuti al congresso.

Già al momento dell’arresto era parso abbastanza evidente che si trattava del gesto di uno squilibrato. L’auto dell’uomo, perquisita dagli uomini della Polizia Scientifica, presentava un fortissimo odore di alcolici. ”Abbiamo capito dopo – aveva commentato il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che stava intervenendo al congresso proprio quando l’uomo ha sparato – che si trattava di uno squilibrato, che hanno trovato poi in condizioni di alterazione mentale”.

Nel pomeriggio si era diffusa la notizia che l’uomo avesse sparato di fronte al teatro con il preciso intento di farsi arrestare, perché pare si sentisse perseguitato da qualcuno. Indagando sul suo passato le forze dell’ordine hanno scoperto solo qualche recente contrasto con il vicinato, piccoli precedenti per furto e danneggiamento ed una denuncia, presentata da Bortolotti, per furto di legna. Probabilmente troppo poco per costituire motivo di rivalsa, da parte dell’uomo, contro la magistratura. Tanto che l’ipotesi di un tentativo di vendetta, pare sia già stata scartata dagli inquirenti, di fronte ai quali Bortolotti ha comunque preferito non fornire alcuna spiegazione sul suo folle gesto.

LEGGI ANCHE:

Spari al Congresso Magistratura Democratica: arrestato un 61enne bergamasco. Orlando: ”Solo uno squilibrato” (VIDEO)

Reggio – Due colpi di pistola in aria davanti al “Teatro Cilea” dove era ospite il ministro Orlando

(FOTO E VIDEO) – Reggio – Colpi di pistola su Corso Garibaldi durante l’intervento del ministro Orlando al Cilea

‘Un tipo schivo e asociale’ così i vicini di casa parlano di Bortolotti

Leggi qui!

Reggio Calabria, tentato furto, arrestato 34enne

Rosarno (RC) – Arrestato 56enne per detenzione di droga

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno hanno tratto in arresto in …