• Home / CALABRIA / Reggio, Romeo: ”Con Oliverio cambieremo la Calabria”. De Gaetano in pole per la Giunta
    romeo de gaetano

    Reggio, Romeo: ”Con Oliverio cambieremo la Calabria”. De Gaetano in pole per la Giunta

    di Stefano Perri – Il primo degli eletti della provincia reggina Seby Romeo si presenta trionfante a piazza Camagna. ”L’urna ha dato il suo responso, ha vinto il cambiamento”. In tasca un risultato record che consegna sulle spalle del Segretario dei democrat reggini ”una grande responsabilità, ma anche un grande onore”. Primo degli eletti in provincia di Reggio, quarto in tutta la Calabria, con un numero di preferenze che sfiora quota 12.300, praticamente un plebiscito.

    Sul palco allestito a piazza Camagna, al fianco del neo consigliere regionale, c’è un altro dei maggiorenti calabresi del Pd, Nino De Gaetano, certamente il principale sponsor del segretario reggino in questa campagna elettorale ed in corsa per un assessorato da esterno nell’esecutivo di Mario Oliverio. ”Mi ha sostenuto fino in fondo – dice Romeo – con una passione e una generosità che è un esempio per il Pd e per tutta la politica”. Ed in effetti nelle stanze del Pd reggino il tandem Romeo – De Gaetano è sempre stato chiaro ed evidente. Dopo l’esclusione dalla lista delle regionali, avvenuta praticamente a meno di 6 ore dal limite ultimo per la presentazione delle candidature, De Gaetano non aveva fatto mistero di puntare il suo consenso nei confronti del segretario reggino del Pd, incassando da Oliverio, sceso a Reggio appena tre giorni dopo, la promessa che quell’impegno sarebbe stato valorizzato.

    Due storie, quelle di Romeo e De Gaetano, che affondano le radici nella tradizione comunista della città. Entrambi da giovanissimi impegnati nelle fila di Rifondazione Comunista per poi approdare, Romeo prima e De Gaetano qualche anno dopo, nelle file del Partito Democratico. Ed in effetti, ascoltando la playlist scelta per il comizio di ringraziamento, da Bella Ciao a El Pueblo Unido, passando per La locomotiva, l’impressione palpabile è che la comune provenienza non sia stata affatto mandata in soffitta. E a sottolinearlo è lo stesso Seby Romeo, che dal palco cita Berlinguer e i padri costituenti ”che hanno liberato l’Italia dal fascismo” ed anche un sms di auguri inviatogli oggi da Pierluigi Bersani che reca una citazione di togliattiana memoria: ”Chi viene da lontano, andrà lontano”.

    Ed in effetti Romeo non perde tempo. Messi alle spalle i ringraziamenti (a De Gaetano su tutti ma anche a Demetrio Delfino, al quale vanno gli auguri per l’elezione a Presidente del Consiglio Comunale), il neo Consigliere regionale si tuffa immediatamente nell’attualità amministrativa da affrontare nell’assemblea regionale calabrese.

    Anzitutto il tema dei rifiuti. ”Abbiamo chiesto un aumento dei conferimenti per la città – dice subito Romeo – già da domani potremo conferire 240 tonnellate e credo che presto si arriverà a 300. Ma dobbiamo puntare sulla differenziata come indicato dal Sindaco Falcomatà. Passeremo le feste natalizie senza la spazzatura sulle strade”. E poi ancora il tema del lavoro, per il quale l’obiettivo primario rimane quello di ”svuotare il bacino del precariato di tutta la Calabria”. Ed infine la sanità, sul quale Romeo non fa sconti a coloro ”che hanno preso e dato incarichi fino a 24 ore prima dl voto. Abbiano un sussulto di dignità – dice Romeo – vadano a casa. Anche perché quegli atti saranno tutti revocati”. La parola d’ordine è dunque quella del ”cambiamento”. ”Con Mario Oliverio – afferma infine Romeo – cambieremo questa regione”.