• Home / CITTA / Catanzaro / Lamezia Terme (CZ): ritrovato cadavere carbonizzato di 62enne

    Lamezia Terme (CZ): ritrovato cadavere carbonizzato di 62enne

    Il corpo di un uomo, Gerardo Strangis, questo il nome della vittima, 62 anni, è stato ritrovato senza vita questa mattina a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. L’uomo, secondo una prima ricostruzioni dei fatti, le indagini sono in corso, sarebbe stato ritrovato, in una zona di campagna, via Madre Teresa di Calcutta, legato con una catena ad un albero e carbonizzato. Qualcuno gli avrebbe dato fuoco. Sul posto le forze dell’ordine che hanno rinvenuto poco distante l’auto della vittima. Solo l’autopsia svelerà maggiori dettagli, anche se gli investigatori non escludono nessuna pista.

    10.50 – L’uomo si trovava in località Capizzaglie, all’interno di un podere che coltivava, ma non era di sua proprietà. Era scomparso da ieri sera ed i familiari ne avevano denunciato la scomparsa. Strangis, incensurato, è stato ritrovato da un parente in località Capizzaglie. Sul posto ad indagare sia i carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, che la Polizia del commissariato lametino

    11.15 – Dai primi accertamenti, secondo gli agenti della Polizia, sul posto anche con il capo della Mobile di Catanzaro, Rodolfo Ruperti, potrebbe trattarsi di un suicidio. Nell’auto di Strangis, infatti, sono stati trovati alcuni biglietti di addio riconosciuti da uno dei figli come autografi dell’uomo. Ad avalorare questa tesi anche dei problemi psicologici che l’uomo aveva avuto. Sarà l’autopsia, disposta dal pm Luigi Maffia, a svelare maggiori dettagli.